Logo

L’acqua fa dimagrire: come berla e quante volte al giorno

24 Maggio 2022

L’acqua fa dimagrire: come berla e quante volte al giorno

L’acqua fa dimagrire: come berla e quante volte al giorno. Quando si pensa ad un modo per dimagrire, vengono alla mente schemi alimentari super-proibitivi, piatti tristi e settimane di rinunce.

In realtà, però, associare delle buone abitudini a tavola a ingredienti “amici” può essere sufficiente a ritrovare la giusta forma fisica. L’acqua, ad esempio, è un ingrediente che può far dimagrire se assunta nel modo corretto. Ecco in quale maniera.

Tutte le diete, infatti, prevedono l’assunzione di una corretta quantità di acqua durante l’arco della giornata. Si tratta generalmente di circa un litro e mezzo o due al giorno. Ma ciò non deve illuderci sul fatto che basta semplicemente bere dell’acqua per dimagrire.

Dieta e acqua: i consigli per una corretta assunzione

Se si decide di seguire una corretta alimentazione anche il consumo di acqua è un elemento indispensabile. A parlarne, di recente, è anche il professore Nicola Sorrentino, specialista in Scienza dell’Alimentazione e Dietetica, idrologo e direttore di IULM Food Academy.

Alla domanda su quanta acqua bere e quando durante l’arco della giornata, il professore ha risposto: “L’acqua fa dimagrire non solo perché riempie la pancia, ma perché innesca dei processi metabolici“.

Il professor Sorrentino ha aggiunto che se bevuta in momenti precisi della giornata può aiutare a accelerare il metabolismo, aiutando il corpo a perdere peso. Ha aggiunto: “Se beviamo due bicchieri di acqua prima di colazione, pranzo e cena possiamo aumentare il tasso metabolico del 30%“.

Secondo le regole per una corretta alimentazione, infatti, bisognerebbe “introdurre 1 ml di acqua per ogni caloria consumata“. Ma assumere acqua – precisa il dottore – non significa solamente berne qualche bicchiere. Assumiamo liquidi anche tramite gli alimenti che consumiamo ogni giorno.

Ma quali sono i cibi che ne contengono di più?

L’Ente CREA – Alimenti e nutrizione nelle sue linee guida ricorda che frutta e ortaggi e latte sono composti per ben l’85% da acqua. In particolar modo, tra questi, spiccano per contenuto di acqua cetrioli, lattuga, cocomero, ravanelli, zucca, pomodori, cicoria e zucchine.

Alimenti, dunque, che si rivelano indispensabili soprattutto con l’avvicinarsi della stagione estiva. A seguire si trovano uova, carne, pesce e formaggi freschi, con un contenuto idrico compreso tra il 50 e l’80%.

Pasta e riso cotti, invece, hanno una percentuale che si aggira intorno al 60-65%, mentre pizza e pane hanno un contenuto compreso tra il 20 e il 40%. In fondo alla lista, infine, frutta secca, biscotti, grissini, fette biscottate con meno del 10%. (velvetgossip.it)