Cronaca: riproduzione abusiva di testi didattici, nei guai due copisterie

Cronaca: riproduzione abusiva di testi didattici, nei guai due copisterie

20 Novembre 2019

di Redazione

Cronaca.Riproduzione abusiva di libri e testi didattici con quest’accusa sono stati denunciati i titolari di due copisterie di Avellino. Gli indagati rischiano la pena della reclusione da sei mesi a tre anni e la multa da euro 2.582 a euro 15.493. Oltre la sanzione penale è prevista l’applicazione di sanzioni amministrative, che nel caso di specie ammontano complessivamente a 3.000.000 circa.

L’operazione è stata condotta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Avellino, nell’ambito della costante attività di prevenzione e repressione del fenomeno della contraffazione, i due denunciati sono ritenuti responsabili di aver riprodotto numerosissimi testi universitari e non, in violazione delle norme che tutelano il diritto d’autore. L’attività svolta ha portato al sequestro complessivo di un pc desktop e un supporto informatico, del tipo hard disk, al cui interno erano immagazzinate, in formato digitale, le scansioni integrali di oltre 28.000 opere librarie, pronte per essere stampate e rivendute al pubblico. Sequestrate anche due fotocopiatrici ed oltre 200 riproduzioni integrali di libri, effettuate mediante fotocopiatura e già pronte per la vendita. L

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Cronaca Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST copsiterie guaerdia di finanza testi didatici