Emergenza covid, 2 bar chiusi e 60 sanzioni per i clienti

Redazione
Emergenza covid, 2 bar chiusi e 60 sanzioni per i clienti
Emergenza covid, 2 bar chiusi e 60 sanzioni per i clienti

Emergenza covid, 2 bar chiusi e 60 sanzioni per i clienti. A quanto pare, L’ordinanza del sindaco Renato Natale purtroppo non risulta sufficienti . Gli irriducibili dello struscio domenicale, dell’aperitivo a tutti i costi e del caffè al bar con gli amici hanno dato il loro pessimo contributo anche in questo fine settimana a Casal di Principe

Questa volta  ad attenderli, però, hanno trovato i carabinieri della Compagnia di Casal di Principe che hanno elevato diverse multe.

------------
Clienti seduti a tavolino

Con la conseguenza che hanno chiuso du e bar chiusi in città per cinque giorni, uno nella zona di via Circumvallazione, l’altro a poca distanza dalla caserma di via Vaticale. In uno dei due casi, addirittura, i carabinieri hanno trovato i clienti seduti a tavolino.

Multati ovviamente anche i clienti, così come decine di giovani e meno giovani sorpresi a intrattenersi senza motivo sulle strade cittadine creando pericolosi assembramenti. Circa 60 le sanzioni erogate in due giorni per quanti sono stati sorpresi a violare il Dpcm e le regole della zona rossa.

La sityazione in Campania

Sono 1.313 i nuovi casi di Coronavirus che si sono registrati in Campania nelle ultime 24 ore, a fronte di 10.671 tamponi analizzati (a cui si aggiungono anche 559 tamponi antigenici).

Il tasso di positività, vale a dire il rapporto tra tamponi positivi su quelli analizzati, si attesta dunque sopra il 10%. Questi i dati contenuti nel bollettino odierno sulla pandemia in Campania diramato dall’Unità di Crisi della Protezione Civile regionale.

Nelle ultime 24 ore, in Campania, si registrano purtroppo anche 43 nuovi decessi (22 deceduti nelle ultime 48 ore, 21 deceduti in precedenza ma registrati ieri; 4.940 in totale). Mentre si registra per fortuna una impennata per quanto riguarda le persone guarite, che nelle ultime 24 ore sono state 2.617 (in totale 216.036 dall’inizio della pandemia).

Per quanto riguarda la situazione dei ricoveri negli ospedali campani, nelle ultime 24 ore diminuiscono i ricoveri nei reparti di terapia intensiva. Che fanno registrare un – 2 rispetto a ieri (in totale 171).

Mentre aumentano i ricoveri nei reparti di degenza ordinaria Covid, che fanno registrare invece un + 7 (in totale 1.620). Ecco di seguito riportata la situazione sullo stato di occupazione dei posti letto nei reparti di terapia intensiva e in quelli di degenza ordinaria Covid negli ospedali della Campania.

  • Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
  • Letto di terapia intensiva occupati: 171
  • Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (posti letto Covid e offerta privata)
  • Letto di degenza occupati: 1.620
Coronavirus Campania: a Napoli 80 vigili su 180 non si vaccinano

Fuga dalle vaccinazioni anti-Covid19 tra gli agenti della Polizia Municipale di Napoli. “Ieri – racconta il Comandante dei caschi bianchi, Ciro Esposito, a Fanpage.it – ci hanno segnalato che su 180 convocati, circa un centinaio non si è presentato al centro vaccinale. Stiamo facendo delle verifiche perché alcuni sono stati chiamati dalle loro Asl”.

Il generale Esposito, poi, lancia un appello

“Io mi sono vaccinato già con AstraZeneca e a maggio farò il richiamo con la seconda iniezione. Le vaccinazioni sono facoltative, ma invito anche altri a fare la vaccinazione, in modo da ridurre le possibilità di contagio”.

Da sabato, infatti, è attivato un secondo centro vaccinale a Napoli alla Stazione Marittima, in piazza Municipio. Con 10 box che hanno una capacità massima di 1.800 vaccinazioni al giorno. Si aggiungono al Vaccine Center già attivo da gennaio alla Mostra d’Oltremare.

Nei prossimi giorni saranno attivati l’hub vaccinale della Fagianeria nel Bosco di Capodimonte che disporrà di 7 box vaccinali, per una capacità massima di 1.300 vaccinazioni al giorno. Ciascuno sarà dotato di medico e infermiere. Si entrerà da Porta Miano dove c’è il parcheggio esterno.

La navetta peri vaccinati

Una navetta consentirà di raggiungere la Fagianeria, edificio storico, che era stato completamente ristrutturato e per il quale si stava immaginando, prima del Covid, un futuro di ristorazione. Ora è dedicata ai vaccini mentre tutto il bosco è chiuso, come il Museo di Capodimonte, in zona rossa.

Previsti biglietti scontati per chi si vaccinerà alla riapertura. A questo hub faranno riferimento oltre a Capodimonte anche i quartieri di Miano, Scampia e Secondigliano. Quindi, il centro vaccinale del Museo Madre, già pronto, abbraccerà invece la platea del centro storico.

L’hub si trova nel primo salone all’ingresso ed è dotato di 4 box per un massimo di 700 vaccinati al giorno. L’accesso ai box sarà costellato dalle foto dei maestri Mimmo Jodice, Luciano Romano e Sergio Fermariello. Il Museo attualmente è chiuso a causa della zona rossa. Previsti biglietti scontati alla riapertura per chi si vaccina.