Quantcast
featured

Il vapore acqueo per combattere la prostata

di  Redazione  -  25 Giugno 2020

Il vapore acqueo per combattere la prostata. Hanno avuto successo i primi interventi in Campania per riduzione del volume prostatico con iniezioni di vapore acqueo. Gli interventi hanno avuto luogo presso l’Unità Operativa di Urologia del Fatebenefratelli di Benevento diretta dal dottore Aniello Russo coadiuvato dai dottori Paolo Ferravante e Giovanni Castelluzzo.

Il centro ha introdotto una nuova e modernissima tecnica per il trattamento dell’ipertrofia prostatica benigna.  “Il vapore viene nebulizzato nel tessuto prostatico tramite un ago sottilissimo per via trans uretrale. Dopo qualche settimana la ghiandola si riduce di volume e vi è una progressiva scomparsa della sintomatologia ostruttiva”, spiega il dottore Russo.

La procedura è stata sviluppata negli Stati Uniti d’America, si è rapidamente diffusa in nord Europa e da circa un anno in Italia”. Fra i molti vantaggi che questa tecnica offre vanno sicuramente segnalate: l’assenza di incisione chirurgiche; intervento eseguito in regime ambulatoriale/day surgery con dimissione dopo circa 2 ore dall’intervento; assenza di anestesia; la rapida ripresa delle attività quotidiane e la netta riduzione del rischio di disturbi sessuali rispetto ad altre tecniche.