Quantcast
valle caudina

La giunta Pisano risponde colpo su colpo agli attacchi delle minoranze

di  Redazione  -  27 Giugno 2020

Ieri il doppio attacco alla giunta Pisano da parte delle minoranze consiliari di San Martino Valle Caudina. Oggi, la maggioranza Pisano risponde colpo su colpo.

Una parte dell’opposizione ci prova di nuovo, ma non riesce ad andare al di là dei soliti luoghi comuni. Dimenticando, o facendo finta di dimenticare, la situazione disastrosa in cui aveva lasciato  il paese dopo circa dieci anni di sciatta, arrabattata e inconcludente amministrazione Ricci.

Non abbiamo bisogno di proclami per dire che in quattro anni l’Amministrazione Pisano è stata capace non solo di rincorrere e risolvere gli errori del passato. Ma di dare anche avvio ad un cambiamento che si preannuncia epocale, sia nel modo di gestire la cosa pubblica, sia nei risultati ottenuti.

Per evidenziare  quanto fatto ed i risultati raggiunti in questi 4 anni, renderemo pubblico il lavoro svolto, con incontri e manifesti, fino alla scadenza elettorale.

Partiamo dalla Trasparenza e dal PIP

La trasparenza è stata sempre garantita e la garantiremo sempre. I nostri amici si sono preoccupati di richiedere gli atti in piena emergenza. Facendo finta di non sapere che il personale comunale era dimezzato perché collocato in smartworking. Ed il lavoro da fare per dare una risposta alle famiglie è stato enorme. Abbiamo istruito 300 domande in 10 giorni, riconoscendo un sostegno dignitoso ad almeno 200 famiglie.

Il Portale della Trasparenza, il nostro sito internet istituzionale, dove viene data pubblicità a tutta l’attività del Comune, è tra i più visitati tra quelli dei Comuni di pari dimensioni e non solo. Basti pensare che in questi primi mesi dell’anno ha già registrato 45.000 visitatori. Un discorso a parte merita il PIP di Sferracavallo. Dalla precedente amministrazione Ricci abbiamo ereditato una situazione a dir poco tragica, frutto di approssimazione, incompetenza,…se non altro.

L’amministrazione Ricci ci ha lasciato . UN contratto di lavori di € 3.400.000,00 firmato senza copertura finanziaria. Un contenzioso di € 1.700.000,00, con una perizia del CTU chegià condannava l’ Amministrazione Comunale a pagare alla ditta ben  € 1.000.000,00.

Il nostro buon governo ha consentito di chiudere il contenzioso con una transazione con l’impresa esecutrice per circa €650.000,00. In questo modo abbiamo ottenuto anche la realizzazione dei marciapiedi in via Sferracavallo Vecchio e il completamento dell’arteria di penetrazione della zona industriale. Un’arteria  che va da via Torretiello all’Eurospin sull’Appia restituendo un po’ di decoro a quelle zone.

I nostri amici con un improvvido manifesto, provano a dare lezione di buon governo. Dimenticando di aver  appaltato un lavoro di € 3.400.000,00 che non si sarebbe mai potuto realizzare. Non avendo mai, prima di Noi, il comune acquisito i terreni interessati dalle opere a farsi.

La faccia

Questa amministrazione ha saputo invece affrontare anche questo problema. Mettendoci la faccia; dopo ben 16 anni e una rovinosa esposizione dell’Ente a contenziosi per circa € 2.000.000,00. Abbiamo acquisito,con gli strumenti che la legge ci dava, i terreni del PIP, in modo serio e responsabile, mettendoci la faccia con ogni singolo privato.E così abbiamo salvaguardato il comune e l’intera comunità dagli effetti devastanti di un più che probabile dissesto finanziario. Sostenendo, alla fine, una spesa di circa € 450.000,00. Se non avessimo avuto in eredità questa situazione, avremmo potuto tranquillamente utilizzare € 1.100.000,00 per realizzare un’opera strategica per il nostro paese. Ccosì come altro avremmo potuto fare se non avessimo dovuto onorare tanti e tanti altri debiti che chi ci ha preceduto ci ha colpevolmente lasciati, di cui daremo conto in seguito.