Quantcast

L’ordine dei giornalisti della Campania ricorda Giovanni Fuccio

Il cordoglio delloridne
di  Redazione
2 settimane fa - 1 Giugno 2021
L’ordine dei giornalisti della Campania ricorda Giovanni Fuccio

L’ordine dei giornalisti della Campania ricorda Giovanni Fuccio. L’Ordine dei giornalisti della Campania si stringe al dolore dei familiari, dei colleghi e degli amici di Giovanni Fuccio, presidente dell’Associazione stampa sannita.

Direttore e maestro

Settantanove anni, direttore ed editore del periodico politico-culturale Realtà sannita, Fuccio era giornalista pubblicista dal 25 maggio del 1981 ed è stato consigliere dell’Ordine nazionale curando il concorso “Fare il giornale nelle scuole”.

Direttore e maestro di intere generazioni di cronisti sanniti, Giovanni Fuccio ha organizzato, assieme all’Ordine regionale, numerosi corsi di formazione gratuiti a cui hanno partecipato centinaia di giornalisti affrontando le principali tematiche dalla deontologia fino alle nuove tecnologie. L’Ordine della Campania, assieme ai giornalisti sanniti, organizzerà un appuntamento annuale in memoria di Giovanni Fuccio rivolto ai giovani giornalisti.

Addio a Giovanni Fuccio, direttore ed editore galantuomo

Avrebbe potuto dirigere quotidiani di livello regionale e nazionale. Ma, ha sempre declinato gli inviti, allettanti anche dal punto di vista economico, per restare fedele al suo unico padrone, il lettore.

Presidente Assostampa Sannita

Addio al professore Giovanni Fuccio, presidente dell’Assostampa Sannita, direttore ed editore di Realtà Sannita. Da qualche giorno aveva festeggiato i 40 anni di iscrizione all’ordine. Purtroppo, lo ha fatto da un letto di ospedale dove aveva ingaggiato la lotta più importante della sua vita. Purtroppo, alla fine, all’età di 79 anni ha dovuto arrendersi.

Giovanni Fuccio si sentiva orgoglioso delle sue radici cervinaresi. Nel centro caudino, nella centralissima via Roma possiede il palazzo di famiglia che non ha mai voluto vendere e dove cercava di tornare per tirare un po’ il fiato.

Ma, Benevento era il suo centro di gravità permanente. Realtà Sannita la sua creatura, un giornale mai urlato che faceva dello stile la sua grande prerogativa. I suoi editoriali diventavano un vero e proprio simbolo dell’indipendenza del giornalista.

“Il professore”, Giovanni Fuccio per anni ha insegnato lettere, aveva le sue idee politiche. Ma, mirabilmente, sapeva distaccarle dalle notizie. E, sempre in  nome dei lettori, ha ingaggiato campagne stampa di grande rilievo.

Il titolo di giornalista locale gli stava veramente stretto. Giovanni Fuccio ha onorato la professione, ha insegnato tanto a tutti coloro che hanno avuto a che fare con lui. Ed ha difeso la categoria sempre e comunque, mettendo in guardia i giovani dagli editori truffaldini.

L’editore puro

Un capitolo a parte merita la sua opera di editore. Le Edizioni Realtà Sannita rappresentano uno studio serio ed appassionato sulla riscoperta della storia locale. La Città di Benevento, la Provincia, tantissimi comuni del Sannio possono contare su libri che raccontano la loro storia, proprio grazie a Giovanni Fuccio.

Da sempre ha mostrato affetto e vicinanza al nostro giornale. Tante iniziative de Il Caudino e dell’associazione Caudium nascono sotto la sua egida.

Il direttore Alfredo Marro, il direttore Vicario Pasqualino Marro e tutta la redazione si stringono alla moglie Annamaria, alle figlie Gabriella e Francesca, ai generi ed ai nipoti.

Ciao direttore, mancherà il tuo stile sobrio e pacato, ma anche l’esempio che hai dato a più di una generazione di giornalisti. Ti sia lieve la terra.

TEMI DI QUESTO POST
Campania fuccio giornalisti Oggi