Il Caudino
Chiudi

Sezioni

Argomenti

Mascherine e termometri non a norma sequestrati dalle Fiamme Gialle

Pubblicato il 7 Novembre 2020 - 10:38

Mascherine e termometri non a norma sequestrati dalle Fiamme Gialle

Mascherine e termometri non a norma sequestrati dalle Fiamme Gialle.  Il Comando provinciale della guardia di finanza di Napoli ha sequestrato a Casoria, in un ingrosso di articoli da cartoleria, 12.550 mascherine e 60 tra termometri e saturimetri non a norma, pronti per essere messi in vendita.

In particolare, le fiamme gialle del Secondo Nucleo operativo metropolitano hanno riscontrato che i dispositivi erano privi del numero dell’Ente garante della conformità, del nome del produttore/importatore, dell’indicazione del responsabile europeo, del numero di lotto, della scadenza, nonché delle istruzioni ed indicazioni obbligatorie in lingua italiana.

Segnalato alla Camera di Commercio il titolare, un 45enne di Napoli, per violazioni al cd. Codice del Consumo.

Intanto, cresce la preoccupazione per le Rsa.

Focolaio nella Rsa, due anziane decedute. Due anziane decedute e tutte le altre ospiti contagiate dal Covid-19.

È la situazione “drammatica”, come la definisce il sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione, che si registra nella casa-famiglia di corso Umberto I, già colpita da un focolaio che ha interessato alcuni operatori.

“Le donne ospitate all’interno della Rsa sottolinea il primo cittadino, sono tutte in età avanzata e con patologie pregresse: la loro positività al Covid potrebbe provocare un ulteriore peggioramento delle condizioni di salute”.

Il quadro, già allarmante nei giorni scorsi, si è ulteriormente aggravato con il decesso di due anziane, ai cui parenti sono arrivati “il profondo cordoglio e la vicinanza” da parte dell’amministrazione comunale.

Mascherine e termometri non a norma sequestrati dalle Fiamme Gialle

“Nel pomeriggio di ieri, precisa Ascione, è intervenuta, in accordo con i familiari, una cooperativa di Castellammare di Stabia che, con i suoi operatori, si sta prendendo cura delle donne rimaste all’interno della residenza per anziani.

In queste ore continueremo costantemente, insieme all’Asl, a monitorare l’evolversi della situazione”.

Focolaio nella Rsa, due anziane decedute

Purtroppo le residenze per anziani vengono bersagliate dal covid. Basta poco per innescare il contagio e creare situazioni molto critiche.

Proprio l’altro ieri, a Roccabascerana è stata tirato un sospiro di sollievo perché sono risultati tutti negativi i tamponi effettuati a Villa San Gallo.

Continua la lettura