Attualità

Mascherine Ffp2 e Ffp3 a scuola per fermare Covid

Mascherine Ffp2 e Ffp3 a scuola per fermare Covid

Mascherine Ffp2 e Ffp3 a scuola per fermare Covid. Nel nuovo decreto Covid il governo Draghi prevede le mascherine Ffp2 e Ffp3 per il personale scolastico, un super screening degli istituti e nuove regole per la quarantena di chi arriva dall’estero.

Lo screening nelle scuole

Il nuovo decreto Covid pubblicato in Gazzetta ufficiale prevede infatti che la struttura commissariale fornisca mascherine di tipo Ffp2 e Ffp3 al personale scolastico delle scuole dell’infanzia e di quegli istituti dove ci sono alunni esentati dall’utilizzo dei dispositivi di protezione.

Si stabilisce, inoltre, che il commissario provveda alla fornitura dei dispositivi al personale preposto alle attività scolastiche e didattiche nei servizi educativi per l’infanzia, nelle scuole dell’infanzia e nelle scuole di ogni ordine e grado, dove sono presenti bambini e alunni esonerati dall’obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione.

E ancora, i militari andranno a sviluppare un superscreening delle scuole. “Il Ministero della difesa assicura il supporto a regioni e province autonome nello svolgimento delle attività di somministrazione di test per la ricerca di SARS-CoV-2

e di quelle correlate di analisi e di refertazione attraverso i laboratori militari della rete di diagnostica molecolare dislocati sul territorio nazionale». Per la nuova attività sono stati stanziati nove milioni di euro.

L’obbligo di Super Green pass

Intanto i presidi chiedono che le mascherine Ffp2 diventino obbligatorie anche per gli studenti. Secondo il presidente dell’Associazione nazionale presidi, Antonello Giannelli, «adottare mascherine Ffp2 nelle scuole significa prevenire la diffusione del contagio con una misura concreta e verosimilmente realizzabile prima del rientro, il 7 o 10 gennaio».

Per Giannelli è invece «illusorio e inverosimile sperare che Figliuolo possa gestire 8 milioni di tamponi al giorno, cosa che tra l’altro intralcerebbe il sistema sanitario nazionale».

L’obbligo di Super Green pass

Intanto i presidi chiedono che le mascherine Ffp2 diventino obbligatorie anche per gli studenti. Secondo il presidente dell’Associazione nazionale presidi, Antonello Giannelli, «adottare mascherine Ffp2 nelle scuole significa prevenire la diffusione del contagio con una misura concreta e verosimilmente realizzabile prima del rientro, il 7 o 10 gennaio».

Per Giannelli è invece «illusorio e inverosimile sperare che Figliuolo possa gestire 8 milioni di tamponi al giorno, cosa che tra l’altro intralcerebbe il sistema sanitario nazionale».

Scatterà invece dal 10 gennaio l’obbligo del Green pass rafforzato per accedere a musei e luoghi di cultura, palestre, piscine e sport di squadra, centri benessere, terme, parchi tematici e di divertimento, centri culturali, ricreativi e sociali, sale gioco bingo, scommesse, casino.

Il calendario delle nuove regole

Dal 25 dicembre intanto sono entrate in vigore le regole individuate dal governo per limitare la diffusione del contagio nel nuovo decreto Covid. Saranno vietate le feste in piazza e le discoteche saranno chiuse fino al 31 gennaio.

Mentre i non vaccinati dovranno esibire il Super Green pass in bar e ristoranti. Dal 10 gennaio scatta anche l’obbligo del Green Pass rafforzato per accedere a musei e luoghi di cultura, palestre, piscine e sport di squadra. E per centri benessere, terme, parchi tematici e di divertimento, sale gioco bingo, scommesse, casinò.

Il green pass base resta invece obbligatorio per palestre, piscine, centri sportivi, alberghi, aerei, treni, navi, autobus, tram e metropolitane. Il 27 dicembre parte la campagna vaccinale per il richiamo della fascia d’età 12-17 anni.

Il 30 dicembre scatta l’obbligo di Green pass rafforzato per entrare da ospiti nelle strutture sanitarie e socio-assistenziali (le Rsa). Chi ha ricevuto soltanto la seconda dose dovrà mostrare un test del tampone. A partire dal primo febbraio il Green pass rafforzato avrà validità di sei mesi. Open.online