Attualità

Montesarchio: ancora un’eccellenza al Fermi

di  Redazione  -  15 Aprile 2016

Armando Lanzotti, alunno della classe quinta C del liceo scientifico, sarà ancora una volta alla finale nazionale delle Olimpiadi di Matematica, che si terrà a Cesenatico dal 6 all’8 maggio 2016. Lo studente Lanzotti è una consolidata eccellenza matematica tanto è vero che è stato finalista, sempre alle Olimpiadi di Matematica di Cesenatico, anche negli anni passati, sia nella gara individuale che in quella a squadre, oltre ad essere stato finalista, con un eccellente piazzamento nazionale, ai giochi matematici del Kangourou del 2015. Pochi giorni fa presso la Sala Rossa dell’Università degli Studi del Sannio in piazza Guerrazzi a Benevento, durante il seminario per docenti di matematica tenuto a cura dell’Accademia dei Lincei, si è tenuta la premiazione dei vincitori delle Olimpiadi di Matematica.
A Benevento, infatti, Lanzotti si è classificato (ex-equo con Luca Manganiello del Rummo di Benevento) primo alle Olimpiadi di Matematica nella gara individuale provinciale che si è tenuta il 17 febbraio scorso. E ciò permetterà ad Armando di partecipare alla finale nazionale individuale di Cesenatico che si terrà a maggio. Alla premiazione erano presenti tre suoi amici: Francesco Maietta, Stella Martino e Sergio Finelli ed il vicepreside Lucio Tangredi.
Armando si è sempre distinto alla fase provinciale individuale delle Olimpiadi di Matematica, tanto che nel 2013 si classificò primo del biennio tra gli alunni della provincia. Il liceo scientifico ha partecipato alla fase provinciale individuale con una rappresentanza di 13 alunni, conquistando ottime posizioni e piazzandosi tra i primi dodici: sugli scudi infatti Gemma Izzo (quinta B ) Annalisa Pezone (quarta C) e Giovanni Pallotta (quarta C). Ogni anno un ragguardevole gruppo di ragazzi si impegna nella risoluzione di problemi olimpici, atipici e alquanto diversi da quelli curriculari. A tutti gli alunni che hanno partecipato alla competizione sono stati espressi i complimenti del Dirigente Scolastico Giulio De Cunto e della docente Patrizia Sgrò referente dell’istituto che ha condiviso la passione e l’entusiasmo profuso dai ragazzi.

Brigida Abate