Pensioni, sino a 744 euro in più grazie al ricalcolo

Pensioni, sino a 744 euro in più grazie al ricalcolo

30 Marzo 2022

di Redazione

Pensioni, sino a 744 euro in più grazie al ricalcolo. Pensioni, ricalcolo: chi avrà fino a 744 euro in più. Fino a 744 euro in più all’anno. È questo l’importo che migliaia di persone potrebbero trovarsi in più sulle proprie pensioni nel 2022. Si tratta di una bella cifra che dipende, però, da numerosi fattori.

Riforma dell’Irpef

Vediamo di cosa si tratta. A partire dallo scorso primo maggio è entrata in vigore la rimodulazione dei differenti scaglioni di reddito Irpef che sono passati da 5 a quattro.

Difatti, sino a dicembre scorso gli scaglioni vigenti a partire dal 2007 erano così divisi: Fino a 15.000 euro aliquota al 23%; Da 15.000,01 a 28.000 euro aliquota al 27%;
Da 28.000,01 a 55.000 euro aliquota al 38%.

Da 55.000,01 a 75.000 euro aliquota al 41%; Oltre i 75.000 euro aliquota al 43%. Ora, le nuove aliquote entrate in vigore dal prima gennaio 2022, in concomitanza con la legge di bilancio, sono così divise:

fino a 15.000 euro il 23%; oltre 15.000 euro e fino a 28.000 euro il 25%; oltre 28.000 euro e fino a 50.000 euro il 35%; oltre 50.000 euro i 43%. Grazie alle nuove aliquote molti pensionati avranno una tassazione minore sull’assegno anche se la prima fascia, quella del 23% per intenderci, non è cambiata.

Ma, secondo i dati presentati dal Mef in un’audizione dello scorso 16 marzo, anche i redditi sino a 15mila euro dovrebbero beneficiare di circa 177 euro in più all’anno contro una media complessiva di 210 euro. Inoltre, alcuni di loro avranno diritto ad una detrazione ulteriore di 50 euro.

Infine, a fine marzo scatteranno le cosiddette perequazioni, cioè ulteriori aumenti degli assegni previdenziali per adeguare l’assegno pensionistico al costo della vita, cioè all’inflazione. Per quest’anno l’INPS ha previsto una rivalutazione dell’1,7%.

I conti in tasca

Calcolatrice alla mano, dunque, per le pensioni che compongono redditi tra 15.001 e 28.000 euro il beneficio medio annuo sarà di circa 167 euro. Si arriva sino a 308 euro, invece, per la fascia di reddito tra 28.001 e 50.000, e di 495 euro per le pensioni tra 55.001 e 75.000 euro.

Infine, per le pensioni più alte superiori ai 75mila euro il beneficio medio annuo sarà di 270 euro. Occorre ricordarsi, però, che a seconda se alla formazione del reddito complessivo concorrono uno o più redditi di pensione, spetta una detrazione dall’imposta lorda pari a

1955 euro se il reddito non è superiore a 8.500 euro; 700 euro con reddito complessivo superiore a 8.500 euro ma non a 28.000 euro; 700 euro se il reddito complessivo è superiore a 28.000 euro ma non supera i 50.000 euro. (ilgiornale.it)

CONTINUA LA LETTURA
Homepage valle caudina Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST 744 euro Oggi pensioni ricalcolo