Quantcast

Positiva al covid cade in casa, salvata dai vigili del fuoco

Positiva al covid cade in casa, salvata dai vigili del fuoco. Durante la mattinata di oggi 14 aprile, i Vigili del Fuoco di Avellino sono intervenuti in via Fontanatetta alla periferia della città, per un soccorso
di redazione
3 settimane fa
14 Aprile 2021
Positiva al covid cade in casa, salvata dai vigili del fuoco

Positiva al covid cade in casa, salvata dai vigili del fuoco. Durante la mattinata di oggi 14 aprile, i Vigili del Fuoco di Avellino sono intervenuti in via Fontanatetta alla periferia della città, per un soccorso ad una donna di 66 anni.

L’anziana ha  allertato i soccorsi perché è caduta in casa. Si tratta di una donna positiva al Covid-19. La squadra intervenuta, anche con l’ausilio dell’autoscala, è salita al secondo piano del palazzo, utilizzando tutti i dispositivi di protezione individuale, e ha prestato le prime cure alla malcapitata, affidandola ai sanitari del 118 intervenuti I quali ne disponevano il trasporto presso l’ospedale Moscati di Avellino.

Continuano a salire i numeri delle persone positive nei comuni irpini della Valle Caudina. Lo rende noto l’azienda sanitaria locale con il report quotidiano.  Oggi si contano 120 nuovi positivi in tutta la provincia . Di questi 2 a Cervinara, 4 a Roccabascerana e 4 a Rotondi. Domani a Cervinara ci sarà uno screening di massa che riguarderà 80 persone.

Scuola chiusa a Cervinara

Il Sindaco di Cervinara Caterina Lengua comunica che è stata disposta sino al giorno 17 aprile p.v. la chiusura del Plesso scolastico di Ioffredo a seguito della segnalazione, da parte della Dirigente scolastica,della positività al Covid19 di una docente in servizio al predetto plesso.

Esito dei tamponi

Inoltre, in attesa dell’esito dei tamponi che saranno effettuati dai dipendenti comunali, in via del tutto prudenziale gli uffici del comune resteranno chiusi anche per la giornata di domani 14 aprile.La situazione dei contagi viene costantemente monitorata, in stretto contatto con l’Asl e si stanno mettendo in campo tutte le attività necessarie al controllo e contenimento dei casi che stanno interessando dei nuclei familiari definiti.

In tale ottica è stata fatta una capillare opera di ricostruzione dei contatti che verranno prontamente sottoposti a tampone nella giornata di giovedì così da poter uscire presto da questa situazione.

Ecco come Il Caudino ha divulgato la notizia

Purtroppo, con il passare delle ore si aggrava l’emergenza Covid- 19 a Cervinara. Al di là dei tamponi ufficiali effettuati dall’asl, tante persone che hanno sintomi hanno deciso di farli privatamente. E, purtroppo, diverse persone risultano positivi.

Maestra positiva

Oltre a questi, proprio in queste ore viene accertata la positività di una maestra che presta servizio a Cervinara. Ed ora scatta l’allarme nel plesso dove insegna.

In questi casi, la classe o le classi che hanno avuto rapporti con la docente vengono messe in quarantena. NEll’attesa che venga applicato il tampone a tutti i bambini. Stessa cosa vale anche per colleghi, colleghe e personale Ata.

Ricordiamo che, anche a Cervinara, mercoledì scorso sono riprese le lezioni in presenza, sino alla prima media. Nella giornata di ieri, il sindaco Caterina Lengua aveva chiuso il plesso di Ioffredo per effettuare la sanificazione, visto che un alunno risulta positivo.

Anche in questo caso vengono ricostruiti tutti i rapporti e si dispone la quarantena in attesa dei tamponi. La stessa prima cittadina, questa mattina, nel dare notizia dell’aumento dei positivi ha informato che giovedì 15 aprile tornerà il drive in dell’Asl a Cervinara.

Ben ottanta persone verranno sottoposte a tampone e, a questo punto, il numero sembra destinato ad aumentare.

Liberi tutti

La situazione diventa sempre più preoccupante e, come sempre avviene in questi casi, scatta la caccia al positivo. I gruppi WhatsApp continuano a vomitare nomi e numeri non avendo rispetto per nessuno.

Come, nelle settimane scorse, non si è avuto alcun rispetto nel praticare il liberi tutti, nonostante Cervinara si trovi ancora in zona rossa. Assembramenti di ogni genere, pranzi e cene, il cervinarese non si è fatto mancare nulla.

Ora, però, ha paura e deve mettere alla berlina chi, purtroppo, ha contratto il virus, immaginando così di lavarsi l’anima  e salvarsi dal pericolo. Oramai, abbiamo superato ogni soglia di stupidità, non riusciamo neanche a capire il male che facciamo a noi stessi.

Temi di questo post