Cronaca

Rapina una 70enne e le procura la fratture di tre costole

Rapina una 70enne e le procura la fratture di tre costole

Rapina una 70enne e le procura la fratture di tre costole. Gli agenti della squadra volante della questura di Caserta hanno tratto in arresto un 42enne di origine marocchina. L’uomo deve rispondere  responsabile del reato di  rapina. Il 42enne  ha i assalito una donna di 70 anni che aveva appena prelevato i soldi allo sportello Postamat.

Tre costole fratturate

L’uomo ha prima minacciato la donna chiedendole i soldi e poi l’ha assalita. Nella caduta l’anziana ha riportato la frattura di tre costole riuscendo comunque a da fare l’allarme facendo intervenire gli addetti dell’ufficio postale.Sul posto sono giunti gli uomini della squadra volante della questura che hanno bloccato il malintenzionato arrestando: a suo carico aveva già altri precedenti.

E’ morta la bambina di 10 anni investita da un’auto

Non ce l’ha fatta Petra Lucca, la bambina di 10 anni di Cesiomaggiore investita sabato scorso a pochi passi da casa.

Troppo gravi le ferite riportate nell’incidente. Petra, trasportata d’urgenza alla clinica pediatrica universitaria di Padova, non ha mai ripreso conoscenza e la sua vita è stata da subito appesa ad un filo.

Filo che si è definitivamente spezzato nella tarda serata di lunedì, dopo che nel primo pomeriggio la commissione ospedaliera ne aveva decretato la morte celebrale.

portare la notizia alle due sorelle e al fratello di Petra. La notizia si è diffusa velocemente in tutta la comunità cesiolina.

E così la serata di preghiera organizzata via zoom dal parroco, don Samuel Gallardo, si è trasformata in una veglia funebre che ha unito familiari, amici, semplici conoscenti.

L’incidente

Petra Lucca aveva compiuto dieci anni a febbraio e aveva frequentato la quarta elementare nel plesso scolastico di Soranzen. Una bambina piena di vita e con la grande passione per la bicicletta: era una delle promesse del team Winnerbike.

E’ morta la bambina di 10 anni investita da un’auto

Non sono ancora chiarite del tutto le cause del tragico investimento. L’ipotesi più accreditata è che la bambina fosse scesa in strada, lungo la provinciale che da Cesiomaggiore porta alla frazione di Soranzen, per cercare il suo cane fuggito di casa.

A investire Petra era stata una donna di 67 anni, che in passato aveva anche aiutato la famiglia Lucca ad accudire i fratelli più grandi. La donna, che si è immediatamente fermata per prestare i primi soccorsi, aveva accusato anch’essa un malore.

Tanto da dover essere rianimata sul posto e trasportata all’ospedale di Belluno. Al momento è ancora sotto choc. Per lei, visto il tragico evolversi della situazione, cambia il capo di imputazione: non più lesioni gravissime ma omicidio stradale.


ilcaudino.it è partner di Smart eCommerce. La piattaforma editoriale e pubblicitaria per i siti ed i blog di informazione on-line. Smart eCommerce è curatore tecnologico e proprietario dei server che ospitano il sito. Smart eCommerce è curatore commerciale per la monetizzazione del traffico del sito. Chiedi info via e-mail ad adv@smartecommerce.it