Logo

Riapre il posto fisso dei carabinieri al Santuario di Montevergine

21 Giugno 2022

Riapre il posto fisso dei carabinieri al Santuario di Montevergine

Riapre il posto fisso dei carabinieri al Santuario di Montevergine. Al Santuario di Montevergine è tornato operativo il Posto Fisso Carabinieri. L’apertura della struttura a carattere stagionale è stata predisposta per rispondere al meglio alle esigenze ed alle problematiche di sicurezza e ordine pubblico legate al flusso di fedeli alla Madonna di Montevergine.

Presenza assicurata 24 ore su 24

La presenza dell’Arma, con servizi giornalieri di ricezione pubblico e di perlustrazione, sarà garantita dal personale preposto presente 24 ore su 24 presso la struttura religiosa, in cui insistono gli uffici del Posto Fisso.

Durante il periodo di chiusura invernale, i servizi di controllo sono eseguiti dai Carabinieri della Stazione di Mercogliano e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Avellino.

I carabinieri sventano una rapina ed arrestano un 30enne

I Carabinieri della Compagnia di Avellino hanno tratto in arresto un trentenne di Battipaglia (SA) per “tentata rapina”.È accaduto ieri sera all’interno di una tabaccheria di Mercogliano. Sfortunatamente per lui, l’azione delittuosa è stata notata da una donna che non ha esitato ad allertare il “112”.

Immediato intervento

Ricevuta la segnalazione, la Centrale Operativa ha disposto in tempo reale l’intervento di una pattuglia della Sezione Radiomobile, già impegnata in quell’area in un normale servizio di perlustrazione e pronto intervento.

L’equipaggio della “Gazzella”, tempestivamente giunto sul posto, ha bloccato l’uomo che poco prima avrebbe minacciato l’esercente al fine di farsi consegnare del denaro.

Condotto in Caserma, il trentenne è stato dichiarato in arresto e, su disposizione della Procura della Repubblica di Avellino, trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa di comparire nella mattinata odierna dinnanzi al Giudice per essere giudicato con rito direttissimo.

50enne denunciato per furto aggravato

I Carabinieri della Stazione di Ospedaletto d’Alpinolo hanno denunciato un 50enne per “Furto aggravato”, “Danneggiamento” e “Distruzione o deturpamento di bellezze naturali”.

Nella circostanza, a seguito di segnalazione da parte di personale di un’associazione di protezione ambientale di Avellino, i Carabinieri hanno sorpreso il predetto all’interno di un’area boschiva del Comune di Pietrastornina, ricadente all’interno del perimetro del “Parco Regionale del Partenio”, intento a tagliare un albero di faggio.

Alla luce delle evidenze emerse, l’uomo è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino. La legna, in parte già depezzata e caricata su un veicolo, è stata sottoposta a sequestro, unitamente a un’ascia e alla motosega utilizzata per l’illecito.

Picchio rosso salvato dai carabinieri forestali

Ancora una volta i Carabinieri Forestali corrono in soccorso agli animali in difficoltà. I militari della Stazione Forestale di Bagnoli Irpino, a seguito di segnalazione da parte di una signora di Montella, sono intervenuti in località “Verteglia” dove hanno soccorso un esemplare di “Picchio Rosso Maggiore” che, in evidenti difficoltà motorie, non riusciva a spiccare il volo.

Difficili le operazioni di soccorso del pennuto che, dopo l’ispezione veterinaria, è stato trasportato presso il Centro Raccolta e Recupero Rapaci di Napoli per una più accurata diagnosi sulle condizioni di salute.