Cultura

Sant’Agata: la Società Operaia a Noto per l’Infiorata

di  Il Caudino  -  20 Maggio 2019

Un weekend da ricordare per la Società Operaia di Sant’Agata dei Goti. Un viaggio a Noto per andare alla scoperta di una delle Infiorate più belle d’Italia, un vero spettacolo per gli occhi e per il cuore. Ma il gruppo ritorna anche con un bagaglio di spunti tecnici che hanno arricchito gli infioratori Santagatesi.

Tutto il paese si unisce per la realizzazione di questa grande opera che dura tre giorni, ma la preparazione è frutto di mesi di lavoro. Le splendide vie di Noto accolgono per l’Infiorata circa 200 mila visitatori.

“È stato emozionante e costruttivo assistere all’esecuzione dei disegni. A Noto si utilizzano solo fiori.  Alcuni di noi sono rimasti svegli tutta la notte, ma lo spirito di festa che si respirava faceva dimenticare la stanchezza” così il Presidente Antonio Piscitelli.

Il gruppo della SOMS, grazie al consigliere comunale Frasca Corrado, accompagnatore premuroso durante la permanenza in terra sicula, ha avuto poi modo di incontrare gli amministratori locali, ufficialmente invitati a Sant’Agata dei Goti per un ulteriore scambio culturale.

“È nostra intenzione portare la nostra esperienza tecnica e fantasia di colori oltre i confini della nostra città” continua il Presidente che conclude:

“Per noi della SOMS inizia il conto alla rovescia. Il 20 giugno ci attende la nostra Infiorata. La nostra città sarà la capitale dei colori che faranno da cornice alla solennità del Corpus Domini, presieduta da S.E. il Vescovo Domenico Battaglia. L’intera diocesi sarà coinvolta e speriamo nella partecipazione attiva di tutta la comunità.”