Il Caudino
Chiudi

Sezioni

Argomenti

Tragedia familiare: bimbo di tre anni cade in piscina e annega

Pubblicato il 9 Aprile 2021 - 22:07

Tragedia familiare: bimbo di tre anni cade in piscina e annega

Tragedia familiare: bimbo di tre anni cade in piscina e annega. Immane tragedia questo pomeriggio a Quartu Sant’Elena, alle porte di Cagliari, dove un bambino è annegato dopo essere caduto in piscina.

Sul posto sono giunti immediatamente i soccorritori del 118, ma i tentativi di rianimare il piccolo si sono rivelati tutti inutili. Il bimbo è stato dichiarato morto poco dopo il loro arrivo. Il bambino avrebbe battuto la testa cadendo in piscina.

Stando a quanto ricostruito finora, sembrerebbe che il piccolo fosse in compagnia della sua famiglia e di un altro nucleo famigliare, per un totale di otto persone, quando è avvenuta la terribile tragedia.

Tragedia familiare: bimbo di tre anni cade in piscina e annega

All’interno della villetta si stava infatti celebrando un matrimonio con rito ortodosso. È probabile dunque che il bambino possa essere sfuggito al controllo degli adulti proprio nel momento in cui si stava celebrando il rito.

I presenti quando si sono accorti che il piccolo era finito in acqua lo hanno tirato fuori dalla piscina e hanno allertato immediatamente il 118 e sul posto sono giunti medici e infermieri che hanno provato a rianimarlo senza però riuscirvi.

Non è chiaro se il piccolo si sia tuffato in piscina oppure vi sia caduto. Ma nella caduta o tuffo avrebbe battuto la testa. Quando i familiari lo hanno visto in acqua era già privo di sensi e, purtroppo, già tardi per soccorrerlo.

Il piccolo era figlio del pastore che celebrava il matrimonio

Poco dopo che ne è stato dichiarato il decesso, sono stati allertati anche i carabinieri della stazione di Quartu che sono arrivati poco dopo e che ora dovranno ricostruire l’accaduto. Anche per fugare ogni possibile dubbio.

Il bambino aveva circa tre anni e mezzo ed era figlio di un pastore ortodosso ucraino che stava celebrando il matrimonio in casa. L’uomo era stato chiamato per officiare il matrimonio e aveva deciso di portare con lui anche la moglie e i due figli.

Purtroppo, però, il giorno di festa si è presto trasformato in un giorno tragico, che certamente sposi e invitati non dimenticheranno facilmente. Ma chi sarà per sempre segnato dalla tragica vicenda sono i genitori del piccolo.

Continua la lettura