Quantcast

Treno Valle Caudina, Genovese scrive a De Gregorio: Gestione vergognosa

Lo scrive in una lettera il presidente del Comitato disagiati Valle Caudina
di il caudino
1 mese fa
17 Gennaio 2021

Treno Valle Caudina, Genovese scrive a De Gregorio: Gestione vergognosa. Il presidente del Comitato disagiati Ferrovia Valle Caudina invia una missiva al numero uno di Eav Bus. Ecco il testo.

llustrissimo Presidente,

mi preme ringraziarLa per aver dato un piglio diverso a questa mia domenica monotona, offrendomi l’opportunità di esprimere qualche considerazione in risposta al suo pubblico post su Facebook, relativo alla VEXATA QUAESTIO della linea ferroviaria Benevento – Napoli via Cancello.

Treno Valle Caudina, Genovese scrive a De Gregorio: Gestione vergognosa

Mi spiace correggerla ma non si tratta di disagi degli ultimi giorni, bensì più lunghi e sempre più esasperanti. Mi permetto di ricordarLe che la linea che lei attualmente gestisce, nel lontano 1937 impiegava con la DIRETTISSIMA dalla stazione di Benevento alla stazione di Napoli, un’ora.

Lo sviluppo, l’evoluzione e la modernità attuale a cui avremmo dovuto assistere, ci costringono ad effettuare un identico percorso in un tempo che, se va bene, è semplicemente raddoppiato (due ore circa).

Bilanci

Come a lei ben noto, la gestione della linea ferroviaria oggetto di questa disputa, è stata per molti anni privata, vantando un bilancio in attivo.

Oggi invece da un bilancio aspramente in negativo, grazie alla sua competenza, alla sua gestione efficiente, efficace e volta all’economia, parliamo di un bilancio in equilibrio, risanato che manco Quintino Sella!!!

Sul bilancio non c’è da dilungarsi, ad ognuno il suo, ma sul servizio offerto c’è solo una parola: VERGOGNA.

Lo scrivente parla con cognizione di causa, usufruendo del servizio di trasporto PUBBLICO da più di 10 anni e può testimoniare che il servizio peggiora di settimana in settimana, costantemente e di pari passo con l’aumento del biglietto di solo andata.

Stazioni

La maggior parte delle stazioni EAV non ha personale, ergo, comprenderà bene che per un viaggiatore inesperto è impossibile capire la direzione, fatto salvo la sciatteria e l’incuria, nonché la fatiscenza delle stazioni medesime, unico aspetto di immediata consapevolezza.

Sa, sono quasi tre anni che cerco affannosamente un incontro con Lei o con chi ne fa le veci, ma ahimè, senza alcun successo.

Visto che l’EAV- ENTE PUBBLICO ECONOMICO, non già società privata, dovrebbe essere più aperta verso chi la sostiene quotidianamente e/o mensilmente, con chi ogni giorno usufruisce del (DIS)- servizio di trasporto, sono qui a chiederLe di prendere parte con me ad un viaggio sulla linea, affinchè possa avere l’opportunità di comprendere la situazione e se quanto si lamenta, sia vero.

Fare del proprio meglio

Sir Whinston Churchill diceva sempre che a volte fare del proprio meglio non è abbastanza, per cui bisogna fare ciò che è necessario. Fate il minimo che è di vostra competenza, e fatelo nel rispetto del ruolo che ricoprite e dell’attenzione verso l’altro che deve sempre guidare l’agire quando si riveste ruolo di pubblica funzione.

La saluto cordialmente,
Avv. Augusto Genovese
Presidente del Comitato DISAGIATI DELLA VALLE CAUDINA

Qui le altre notizie di cronaca.
Segui tutti gli aggiornamenti cliccando “mi piace” sulla pagina Facebook del Caudino.

Temi di questo post