Cronaca

Truffa all’AGEA per mezzo milione di euro

Truffa all’AGEA per mezzo milione di euro

Truffa all’AGEA per mezzo milione di euro. Nella mattinata odierna, all’esito di indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Benevento, i militari della Tenenza della Guardia di Finanza di Solopaca, nella mattinata odierna,  hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo finalizzato alla confisca per equivalente, emesso dal GIP del Tribunale di Benevento, per un valore complessivo di oltre 500.000 euro.

Due società di Morcone

Si tratta di  depositi bancari, titoli finanziari, beni mobili  ed immobili nella disponibilità di due società con sede in Morcone (BN) e Torrecuso (BN) e dei rispettivi rappresentanti legali, per i reati di emissione e utilizzo di fatture per operazioni inesistenti e truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche.

A seguito delle indagini è emerso che il titolare di una società esercente l’attività di allevamento di pollame aveva richiesto ed ottenuto un finanziamento comunitario per un importo complessivo di oltre 500.000 euro erogato dall’Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura.

In particolare, l’attività investigativa ha consentito di raccogliere utili elementi nei confronti della predetta società che, secondo l’ipotesi accusatoria avvalorata dal GIP, ha beneficiato di fatture per operazioni inesistenti emesse da una azienda del settore edilizio e concernenti la realizzazione di un capannone da destinare ad allevamento avicolo. Sulla base di tali fatture l’A.G.E.A. ha erogato il contributo per un importo di oltre 500.000 euro.

In realtà è stato accertato che la società che aveva emesso le fatture non aveva la struttura ed il personale idoneo a garantire la prestazione d’opera e non risultava stipulato tra le due imprese alcun contratto d’appalto relativo ai lavori edili. Inoltre è emerso che il capannone era stato realizzato in parte da un’altra società e in un periodo diverso.

L’impegno delle Fiamme Gialle

L’odierna attività testimonia ancora una volta la costante e continua attività di contrasto alla criminalità economico – finanziaria sia in materia di reati tributari che di reati in danno delle uscite del bilancio dello Stato espletata dalla Procura della Repubblica di Benevento, in sinergia con il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Benevento.

Il provvedimento oggi eseguito è una misura cautelare reale disposta in sede da indagini preliminari, avverso cui sono ammessi mezzi di impugnazione, e i destinatari della stessa sono persone sottoposte ad indagini e quindi presunti innocenti fino a sentenza definitiva.

Due ragazze com il vizio del furto beccate dai carabinieri
Carabinieri
Due ragazze com il vizio del furto beccate dai carabinieri
Prende a martellate il figlio disabile e poi si suicida
disabile
Prende a martellate il figlio disabile e poi si suicida