featured

Un caudino giudice della Corte Suprema di New York

Un caudino giudice della Corte Suprema di New York

Un caudino giudice della Corte Suprema di New York. Meccariello è diventato Marcelle, ma le radici sono quelle, solide e arrivano dalla Valle Caudina e si snodano sino a New York. Ha origine caudine, precisamente di Moiano, il nuovo giudice della Corte Suprema dello stato di New York.

Tom Marcelle

Stiamo parlando di Tom Marcelle. In origine il cognome era Meccariello, ma come spesso capitava agli immigrati, una volta giunti sul suolo americano, il cognome subiva qualche modifica a causa della scarsa conoscenza della lingua di Dante da parte degli addetti alla registrazione.

Quello di Giudice della Corte Suprema è il più alto grado, per quanto riguarda la giustizia, in uno stato federale, come gli Stati Uniti d’America. Tom Marcelle era candidato con il partito repubblicano ed è riuscito a vincere le elezioni, nonostante New York sia uno stato progressista e radicale.

Il forte legame con Moiano

I nonni del neo Giudice, Tommaso e Nicolina, agli inizi degli anni 20 del secolo scorso partirono da Moiano in provincia di Benevento per cercare fortuna negli Stati Uniti d’America. Tom è molto legato a Moiano, dove tutt’ora vivono i suoi cugini, infatti, appena può viene nel suo paese d’origine per trascorrere qualche giorno di vacanza.

Il Giudice Marcelle ha da sempre fatto politica attiva ed è uomo di punta del partito Repubblicano a New York. La sua è stata una delle poche vittorie registrate dai Repubblicani in uno stato, quello di New York, solitamente a forte tradizione democratica. Oltre ai festeggiamenti a New York, si aggiungono quindi anche i festeggiamenti a Moiano, suo paese d’origine da parte dei parenti.

Ora si attende che il Giudice torni a Moiano per festeggiare insieme a lui questa prestigiosa elezione. La storia di Tom Marcelle è simile a quella di tanti immigrati di seconda , terza ed, oramai, anche quarta generazione che sono riusciti a farsi strada, con le proprie forze, negli Stati Uniti.

Due ragazze com il vizio del furto beccate dai carabinieri
Carabinieri
Due ragazze com il vizio del furto beccate dai carabinieri
Prende a martellate il figlio disabile e poi si suicida
disabile
Prende a martellate il figlio disabile e poi si suicida