Attualità

Valle Caudina: il matrimonio tra Anna e Maria nel segno dell’amore

Valle Caudina: il matrimonio tra Anna e Maria nel segno dell’amore

Valle Caudina: il matrimonio tra Anna e Maria nel segno dell’amore. Non dovrebbe essere una notizia. O, almeno, questa storia dovrebbe venire rubricata su qualsiasi giornale come un annuncio di auguri. Ma, nella Valle Caudina del 2021, il matrimonio tra due donne crea certamente reazioni.

L’amore che vince

Noi la trattiamo per sottolineare che amor omnia vincit, l’amore vince su tutto.  Si tratta della storia di Anna, originaria di Airola e Maria, originaria di Maddaloni.

Come riporta il sito Caserta C’è , ieri, in una bella location all’aperto, il sindaco di Santa Maria a Vico, Andrea Pirozzi ha unito queste due ragazze in matrimonio.

Lo stesso Pirozzi ha così commentato questo evento.   “ Anna e Maria  diventano una coppia tutti gli effetti. Oggi ho avuto l’onore di unire civilmente due persone che hanno scelto di amarsi e sostenersi. Auguro a queste due splendide ragazze un lungo cammino insieme e tutta la felicità che meritano”.

Un augurio sincero da parte del primo cittadino che riconosce l’amore tra queste due persone. Amore e rispetto sono le uniche cose che contano. Immaginiamo che queste due ragazze debbano aver combattuto le loro battaglie.

Ma il sorriso che sfoggiano con il bouquet tra le mani è la dimostrazione che sono riuscite a vincerle. Hanno vinto perché combattevano dalla parte dell’amore, combattevano per il loro amore. E nulla può fermare due persone che si amano.

Amarsi e sostenersi

Il sindaco Pirozzi parla di amarsi e sostenersi, nulla altro ha valore. Del resto, troppe volte siamo costretti a raccontare i drammi che avvengono nelle cosiddette famiglie  normali. Anna e Maria hanno scelto di amarsi e farlo alla luce del sole, celebrando anche un bel matrimonio.

Le persone che le vogliono bene le avranno sostenute ed incoraggiate. Qualcuno, probabilmente storcerà il naso e lancerà anatemi. Ma nulla si può contro l’amore, meglio metterselo in testa, perché vince sempre lui.

(foto Caserta c’è)

Condividi

Redazione