Quantcast
valle caudina

Valle Caudina: la Lega attacca la Città Caudina

di  Redazione  -  26 Febbraio 2020

Con l’adesione alla Città Caudina di Paolisi e con l’imminente cambio di presidenza (quest’ultimo anno più sbiadita del solito) non possiamo che ritornare a trattare di quello che è l’unione dei comuni (oramai una barzelletta) e soprattutto di quello che invece dovrebbe essere.

Ci chiediamo come mai ancora nessun servizio sia realmente partito e come mai ad oggi non un progetto sia stato presentato.

 

Sarà perché i sindaci dei comuni restano arroccati sulle proprie idee e sono restii a scendere dai propri campanili?

 

Sarà perché in fondo con la città Caudina si dovranno delegare poteri e competenze? Esempio lampante è il servizio associato di polizia municipale a cui hanno aderito solo alcuni dei comuni dell’unione tenendosi fuori dai giochi proprio i due comuni più grandi (Cervinara e Montesarchio) i quali dovrebbero rappresentare la spinta più concreta per la strutturazione di questa fantomatica città Caudina.

 

Da qui ben si coglie la voglia delle amministrazioni di consorziarsi se non per opportunità dei singoli evitando volutamente un discorso serio e unitario.

 

Noi come lega proponiamo, in occasione del prossimo consiglio, di deliberare l’attuazione di un consorzio di polizia municipale che comprenda tutti i comuni e di iniziare una volta e per sempre a decidere cosa si vuole fare da grandi.

Lega San Martino Valle Caudina, lega Cervinara, lega Montesarchio, lega Roccabascerana, lega Rotondi