Quantcast

Valle Caudina: l’Eav e la politica mortificano ancora il comitato pendolari

Valle Caudina: l'Eav e la politica mortificano ancora il comitato pendolari. In data 2 marzo il presente comitato ha inviato questa mail alla dirigenza EAV per farsi portavoce di una richiesta per niente banale.
di redazione
1 mese fa
5 Marzo 2021

Valle Caudina: l’Eav e la politica mortificano ancora il comitato pendolari. In data 2 marzo il presente comitato ha inviato questa mail alla dirigenza EAV per farsi portavoce di una richiesta per niente banale.

Vista l’interruzione della tratta e che necessitava di una risposta urgente e concreta, soprattutto dal Presidente De Gregorio che sostiene di “riconoscere nel comitato un ruolo importante per la comunità locale” .

La missiva del comitato

Alla cortese attenzione della Dirigenza Eav Il sottoscritto Comitato nella persona del Presidente Augusto Genovese e dei suoi componenti Francesca Porcaro, Elena Volpicelli, Ana De Luca alla luce delle ultime dichiarazioni per conto stampa, da parte dell’ente preposto, in merito alla prossima chiusura della linea Benevento Napoli via Cancello e conseguente sospensione dell’esercizio ferroviario con la sostituzione di autobus sostitutivi alle corse ferroviarie per consentire i lavori di ammodernamento della linea.

Chiede La rimodulazione oraria del servizio per il periodo di interruzione della tratta, dal momento che i bus sostitutivi non sono tenuti ad osservare la tempistica di percorrenza imposta ai treni a seguito delle prescrizioni  dell’agenzia ANSFISA.

Sarebbe auspicabile un orario compatibile con gli effettivi tempi necessari per percorrere Benevento/Napoli considerando le soste alle stazioni proposte. Se questi orari rispondessero per la prima volta alle effettive esigenze dei pendolari avremmo fatto il pieno di obiettivi raggiunti.

 La speranza di essere ascoltati

Nella speranza di essere ascoltati come mai, di non dover ricorrere per l’ennesima volta agli organi di stampa per farci ascoltare, nella convinzione che ci apprestiamo a vivere un ennesimo momento di difficoltà e disagio in vista di una risoluzione definitiva dell’annosa questione della valle caudina tradotta in “viaggio della speranza” senza offendere chi nutre speranze più importanti.

In attesa di riscontro ci mostriamo come sempre pronti ad accogliere un invito dalla dirigenza stessa per trattare nelle sedi opportune le richieste presentate. Con osservanza il Comitato.

Valle Caudina: l’Eav e la politica mortificano ancora il comitato pendolari

A tutt’oggi denunciamo l’ennesima mancanza di risposte. E chiamiamo in causa anche tutte le forze politiche che ci hanno corteggiato e rincorso riaccendendo le luci sulla questione perché era giunto il momento di tagliarsi la fetta di attenzione politica, a luci spente è morto pure l’interesse. Nessuno escluso!

Tutti parte di una squadra che gareggia per il pressapochismo. In occasione delle imminenti riunioni in Regione hanno chiesto di conoscere le nostre intenzioni e proposte da portare sul tavolo delle contrattazioni per trovare ragionevoli soluzioni, adesso che quelle proposte, tra cui la rimodulazione dell’orario, andavano sostenute a gran voce, giunge il silenzio stampa! Vergogna!

Temi di questo post