Logo

Valle Caudina: oltre centomila euro in beneficienza per l’ex sindaco di Rotondi

13 Febbraio 2022

Valle Caudina: oltre centomila euro in beneficienza per l’ex sindaco di Rotondi

Valle Caudina: oltre centomila euro in beneficienza per l’ex sindaco di Rotondi. “Gli uffici mi hanno comunicato che ho diritto ad un’indennità di fine mandato che, a breve, sarà messa in pagamento. Percepirò una mensilità per gli otto anni che ho ricoperto il ruolo di sindaco. Tengo a far sapere che, anche in questo caso, i soldi saranno devoluti tutti in beneficenza.

Si tratta di circa 1.100 euro per ogni anno che ho ricoperto la carica di sindaco. Neanche un euro entrerà nelle mie tasche, così come è avvenuto negli otto anni che ho avuto l’onore di essere il primo cittadino di Rotondi e ricevevo quella cifra ogni mese”.

Le indennità e l’ex sindaco

Sono le parole di Antonio Russo che si appresta a ricevere dal comune di Rotondi qualcosa in meno di diecimila euro, ma ha già deciso che quei soldi verranno devoluti verso associazioni o in beneficenza.

“In particolare, ci dice l’ex sindaco, da rotondese sento l’obbligo morale di aiutare l’associazione dei Fucilieri di Maria Santissima della Stella. Da medico, invece, voglio dare un contributo alla Confraternita Misericordia perchè fondamentale è la sua opera, soprattutto con il primo soccorso del 118”.

Così anche questi soldi non entreranno nelle tasche del medico. A conti fatti, tenendo presente che Antonio Russo percepiva un’indennità, al netto delle tasse, di 1.100 al mese, in otto anni ha devoluto più di centomila euro in beneficenza. Una cifra davvero cospicua che, certamente, non può essere considerato di poco conto.

Il consigliere di minoranza, in alcuni casi, ha rinunciato all’indennità. In altri l’ha intascata e devoluta a favore di associazioni o manifestazioni. L’elenco sarebbe lungo da fare. Ma, ad esempio, , ha pagato l’installazione delle  giostre per le ville comunali di Rotondi e Campizze. Ha pensato lui a finanziare le luminarie per la festa di agosto e le festività di Natale dal 2013 in poi.

Nell’estate del 2019 ha sborsato di tasca sua ben 9,500 euro per l’esibizione di Andrea Sannino. Ma ha anche finanziato l’associazione Vivere Campizze, come la Protezione Civile e le alte associazioni.  Subito dopo, l’evento franoso del dicembre 2019, l’allora sindaco rinunciò all’indennità per devolverla a favore della comunità di San Martino Valle Caudina. colpita dall’alluvione. Questi restano solo alcuni dei finanziamenti elargiti.

Totale superiore a centomila euro

Il totale supera i centomila euro che potevano essere al sicuro sul suo conto in banca. ” Io intendo la politica come servizio, conclude Antonio Russo, lo è ancora di più se il servizio viene svolto nel mio paese. Ho centomila euro in meno. Ma la riconoscenza non ha prezzo. Grazie Rotondi”.