Quantcast

19enne tenta il suicidio, salvato dai vigili del fuoco

19enne tenta il suicidio, salvato dai vigili del fuoco. Ha avuto un lieto fine la vicenda dello studente universitario
di redazione
1 settimana fa
22 Febbraio 2021
19enne tenta il suicidio, salvato dai vigili del fuoco

19enne tenta il suicidio, salvato dai vigili del fuoco. Ha avuto un lieto fine la vicenda dello studente universitario che questa mattina ha provato a farla finita. Il giovane si era chiuso in auto ed un tubicino inalava il gas di scarico della vettura.

La vicenda ha avuto luogo a Caserta,  di via G.M. Bosco. Il tempestivo intervento dei vigili del fuoco ha evitato la tragedia.

Allarme

Qualcuno deve essersi accorto che qualcosa non andava in quella vettura parcheggiata con il gas accesso ed ha dato l’allarme.

I caschi rossi hanno il giovane dalla macchina prima che diventasse una trappola mortale. Si tratta di un ragazzo di appena 19 anni. I sanitari del 118 lo hanno  caricato a bordo di un’ambulanza e lo hanno trasportato d’urgenza al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano.

Aveva difficoltà respiratorie ma le sue condizioni sono apparse nel complesso meno gravi di quanto temuto.

intanto, si registra una tragedia all’alba, camion investe pedone. Un morto e un ferito, questo bilancio si registra nel drammatico incidente avvenuto questa mattina all’alba nel tratto mondragonese della Domiziana.

Camion investe pedone e si ribalta

Un camion ha investito un pedone e si è poi ribaltato. Stando a quanto emerso dalla prima ricostruzione il conducente si stava dirigendo verso Pozzuoli. All’improvviso, il conducente ha visto spuntare una persona a piedi.

Ha provato con una manovra improvvisa ad evitarlo ma il tentativo purtroppo non è andato a buon fine. Il camion ha urtato il pedone, ribaltandosi.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno recuperato il corpo ormai esanime della vittima. Mentre i sanitari del 118 hanno trasportato l’autista del mezzo al pronto soccorso.

Sull’incidente indagano i carabinieri del vicino reparto territoriale di Mondragone. L’impatto è avvenuto a poche centinaia di metri dalla caserma.

Un’altra tagedia ieri  alle 14.30 a Sandrigo, in provincia di Vicenza, lungo la Strada provinciale 248, in via della Repubblica. S.F., 34enne di Sandrigo, era alla guida di una Bmw.

All’altezza del distributore di carburanti ha rallentato per svoltare a sinistra. Durante la manovra non si è accorto, per cause in corso di accertamento, che proprio in quell’istante stava arrivando una moto.

L’impatto è stato violento e il motociclista, Roberto Picco, 54enne di Bolzano Vicentino, è morto a causa delle lesioni riportate. A seguito del violento urto il motociclista è stato sbalzato dal mezzo.

Ed è finito sull’asfalto, morendo sul colpo a causa delle lesioni riportate. Il Pubblico Ministero di turno, dott.ssa Block, disponeva il sequestro di entrambi i veicoli per i rilievi scientifici del caso.

Sul posto, oltre al 118, anche la polizia locale Nordest Vicentino che ha eseguito i rilievi e sta cercando di ricostruire la dinamica dell’accaduto ed ha chiuso temporaneamente il traffico nel senso di marcia Dueville – Sandrigo.

Lancia uova contro l’auto della rivale e le amiche mentono per proteggerla

Tre giovani sono finite a processo per rispondere di danneggiamento e favoreggiamento. Una di loro aveva litigato con una collega, commessa di un negozio di Altavilla, e si sarebbe vendicata.

Si è recata nel parcheggio ed ha lanciato delle uova contro l’auto della rivale, danneggiandola in più punti. Dalle telecamere i carabinieri avevano visto che il lancio era partito proprio dalla sua auto.

In caserma erano state ascoltate due sorelle, sue amiche, che avevano riferito che quel giorno erano tutte e tre assieme al ristorante. Ma dalle immagini si vedeva anche l’auto delle sorelle nel piaz

zale. In aula potranno difendersi

Slavina di 50 metri si stacca dal Monte Grappa: vigili del fuoco al lavoro. Si cercano eventuali feriti

Una pericolosa slavina del fronte di cinquanta metri, per un’altezza di tre, si è staccata nel pomeriggio sul Monte Grappa, nei pressi del Rifugio Bassano, in località Forcelletto di Cismon del Grappa.

Dalle ore 16.40 sul posto sono impegnate squadre dei vigili del fuoco da Vicenza e Treviso, assieme alla Squadra valanghe di Belluno con il Soccorso alpino, per escludere l’eventuale presenza di persone sotto la neve. L’elicottero ’Dragò dei pompieri non è potuto intervenire per la nebbia che gravava sulla zona.