Cervinara

Addio a Antonio Esposito, figlio appassionato e discreto di Cervinara

Addio a Antonio Esposito, figlio appassionato e discreto di Cervinara

Addio a Antonio Esposito, figlio appassionato e discreto di Cervinara. D’estate non mancava mai. Ma anche durante tutto l’anno, appena poteva scendeva da Milano per far visita alla mamma Caterina, ma, al di là degli affetti, gli piaceva tornare a Cervinara, anche se viveva da tanto tempo fuori. Il paese per lui era casa, il suo  posto dell’anima.  Si rinfrancava e si ossigenava.

Lo vedevi sempre passeggiare per le strade di Cervinara. Lunghe passeggiate, da solo, con i fratelli  gemelli Dimitri e Massimo Monetti o con altri amici. Sempre garbato, elegante, educato e discreto. Un caffè al al bar, il quotidiano immancabile e poi via a passeggiare.

Salutava tutti ma non era mai invadente, aspettava che fossero gli altri a cercarlo. Antonio Esposito era fatto così. Non invadeva mai lo spazio degli altri, ma se coinvolto, partecipava con attenzione. Se gli ponevi un problema si appassionava e cercava in tutti i modi una soluzione.

A Milano, a soli 65 anni si è spento Antonio Esposito.  Come tanti ragazzi della sua generazione aveva dovuto lasciare il paese per motivi di lavoro. Si era ambientato benissimo a Milano, ma amava in modo assoluto il suo paese e scendeva ogni volta che poteva.

Eppure il suo lavoro di vertice e responsabilità per una importante multinazionale informatica lo aveva portato a girare il mondo. Ma non riusciva a stare lontano da quelle strade e stradine che adorava percorrere a piedi. Lo piange la mamma Caterina, i figli gemelli Domenico e Alessandro, che erano il suo orgoglio  e le sorelle Filomena e Saverira.

Ma un grande dolore invade oggi tutti quelli che lo conoscevano. Un dolore vero per tutti i parenti e gli amici di Cervinara che non lo rivedranno più passeggiare, con l’eterna sigarette tra le labbra e con quel sorriso vero ed accogliente.

Addio a Antonio Esposito, figlio appassionato e discreto di Cervinara

Cervinara perde oggi un suo figlio appassionato che cercava sempre di interessarsi delle sorti di quello che è rimasto il suo paese. Gli sia lieve la terra.