Il Caudino
Chiudi

Sezioni

Argomenti

Benevento ha la sua sezione dell’Anpi

Pubblicato il 17 Dicembre 2022 - 17:55

Benevento ha la sua sezione dell’Anpi

Benevento ha la sua sezione dell’Anpi. A Benevento è stata recentemente costituita la sezione cittadina dell’ANPI, la quarta della provincia dopo quelle dell’Alto Tammaro, della Valle Caudina e della CGIL. Vi sono iscritte circa 150 persone, residenti in città o nei paesi della provincia nei quali non esistono sezioni.

L’assemblea delle iscritte e degli iscritti, riunitasi presso la sede della CGIL, ha eletto il comitato direttivo che è costituito da Giovanna Altieri, Angelo De Cicco, Donato Faiella, Erminio Fonzo, Diego Mottola, Maria Sara Pedicini e Benedetta Stefanelli. Il comitato, in una successiva riunione, ha eletto alla carica di presidente Erminio Fonzo.

Lo scopo della sezione

Lo scopo principale della sezione è organizzare iniziative di carattere culturale e politico per tenere viva la memoria della Resistenza, intesa quale atto fondativo delle libertà garantite dalla Costituzione, e per sostenere i valori della democrazia e il rispetto dei diritti civili.

«Gli ideali di democrazia e di giustizia sociale – dichiara Erminio Fonzo – che hanno animato la Resistenza vanno intesi come valori da difendere e riaffermare nell’agire politico, soprattutto in contingenze come quella attuale, e non solo come un oggetto della memoria». La sezione, inoltre, intende porre attenzione alle specificità del territorio e contribuire al dibattito pubblico sulle questioni di maggiore interesse.

Una bella notizia

Amerigo Ciervo, presidente provinciale dell’ANPI, ha dichiarato: «È una bella notizia la costituzione della sezione cittadina dell’Anpi. È il segno della crescita, ma anche della consapevolezza della necessità di un impegno più diretto e legato al territorio, in un momento particolarmente delicato della storia della Repubblica. Auguri di buon lavoro alla nuova sezione nella difesa e nella tutela dei valori resistenziali e costituzionali. Nuove e impegnative battaglie ci aspettano. La navigazione sarà pericolosa. Ma abbiamo un portolano sicuro, la Costituzione repubblicana».

Sono in programma diverse iniziative, la prima delle quali si terrà in occasione della Giornata della Memoria del prossimo 27 gennaio. Tutte le cittadine e i cittadini che si riconoscono nei valori dell’antifascismo e della democrazia sono invitati ad aderire.

Continua la lettura