Logo

Cervinara – San Martino: arriva il ministro delle politiche giovanili Dadone

15 Giugno 2022

Cervinara – San Martino: arriva il ministro delle politiche giovanili Dadone

Cervinara – San Martino: arriva il ministro delle politiche giovanili Dadone. Venerdì 17 giugno  il sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia sarà in visita istituzionale in provincia di Avellino con il ministro per le Politiche Giovanili Fabiana Dadone. Ministro e sottosegretario  effettueranno due importanti tappe anche in Valle Caudina.

Il programma delle visite

Questo degli impegni: ARIANO IRPINO – Ore 11,30 giungeranno al Palazzo degli Uffici in Piazza Ferrara, dove si svolgerà una cerimonia di intitolazione alla memoria del giornalista Giancarlo Siani della Sala Convegni.

Ad accoglierli saranno il Prefetto di Avellino Paola Spena e il sindaco di Ariano Irpino  Enrico Franza. Presenzieranno numerose autorità civili, rappresentanti di associazioni. Al taglio del nastro sarà presente il Vescovo di Ariano Irpino -Lacedonia, Mons. Sergio Melillo.

SAN MARTINO VALLE CAUDINA

Alle ore 15,30, accolti dal Sindaco, Pasquale Pisano e dal Dirigente scolastico, Maria Pia Farese, il sottosegretario Sibilia con il ministro Dadone e il Prefetto di Avellino raggiungeranno la sala convegni UNICEF in Corso Vittorio Emanuele dove interverranno alla presentazione delle attività dell’Istituto Comprensivo “Del Balzo” alla presenza di studenti, docenti e rappresentanti del mondo delle associazioni.

CERVINARA

Alle ore 16,30 il sottosegretario Sibilia con il ministro Dadone e il Prefetto di Avellino giungeranno presso l’Aula Magna dell’Istituto Omnicomprensivo “De Sanctis” in via Aldo Moro,

Ad accoglierli il sindaco Caterina Lengua e la dirigente scolastica Antonia Marro. I due rappresentanti del governo dove saluteranno gli insegnanti, gli studenti e le Associazioni Pro Loco, Futura e Terra Mia. L’iniziativa nasce da un impegno assunto nel corso di un Comitato Ordine e Sicurezza svoltosi ad Avellino lo scorso Febbraio a seguito di gravi episodi criminosi verificatisi nella provincia.

Creare occasioni di incontro e confronto

Si tratta di coinvolgere giovani, studenti e associazioni e creare occasioni di incontro e confronto con la istituzioni nazionali e con i rappresentanti delle forze dell’ordine, con l’obiettivo di sviluppare il senso civico e la cultura della legalità nelle giovani generazioni, anche nei centri più piccoli e nelle periferie.