Quantcast

Cronaca: ristoratori, baristi e fornitori bloccano l’autostrada

Cronaca: ristoratori, baristi e fornitori bloccano l'autostrada. Ristoratori, baristi e fornitori, da quasi un’ora, hanno  bloccato un tratto dell’autostrada Napoli-Roma per manifestare contro le restrizioni del governo.
di redazione
1 settimana fa
13 Gennaio 2021

Cronaca: ristoratori, baristi e fornitori bloccano l’autostrada. Ristoratori, baristi e fornitori, da quasi un’ora, hanno  bloccato un tratto dell’autostrada Napoli-Roma per manifestare contro le restrizioni del governo. I manifestanti, fra lo svincolo di Capua e quello di Caianello, hanno incrociato le braccia e bloccato la strada.

“Vogliamo solo lavorare”, hanno detto a chi chiedeva cosa fosse successo. Una protesta per chiedere a gran voce la riapertura delle attività, che ormai da mesi sono chiuse o lavorano a singhiozzo. Anche se siamo tornati in zona gialla, infatti, bar e ristoranti devono chiudere alla 18,00.

La Confederazione,  Tutela Nazionale Imprese, che rappresenta oltre 40mila imprenditori in una lettera da inviare a tutti i Prefetti e ai ministri Gualtieri e Patuanelli lancia il grido di disperazione dei ristoratori.

“Rispetto all’Emergenza sanitaria scatenata dal virus SARS-COVID 19 che ha coinvolto l’intero pianeta sono state le politiche adottate dai singoli Stati a fare la differenza nel fronteggiare le ripercussioni economiche della crisi sul tessuto sociale.

In Italia, ad oggi, il Governo si  mostra sordo al grido di allarme lanciato da migliaia di lavoratori, professionisti ed imprenditori . Persone travolte da uno stato di crisi senza precedenti a causa delle restrizioni imposte alle loro attività.

Appelli a Conte

A nulla sono valsi gli appelli inviati anche al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Per questo motivo tutte le associazioni regionali, riunite nella TNI invieranno contemporaneamente,domani,  giovedì 14 gennaio, una lettera ai rispettivi Prefetti di provincia e ai Ministri Gualtieri e Patuanelli.

Ai prefetti si chiede  un forte e pronto intervento”. Nella lettera si chiede “di liberare immediatamente le attività del comparto Horeca dai limiti fino ad ora vigenti.

Cronaca: ristoratori, baristi e fornitori bloccano l’autostrada

Limiti  che hanno ormai portato gli imprenditori del settore, i loro dipendenti e fornitori in uno stato di disperazione. Inoltre che facciano da tramite per ottenere immediati risarcimenti per i danni subiti dalle chiusure onde evitare ulteriori fallimenti e suicidi”.

Tutto questo avviene mentre il governo ha prorogato lo stato di emergenza sino al 30 di aprile. Non solo, l’esecutivo ha intenzione di dare un giro di vite alla movida, vietando l’asporto dopo le 18,00.