Cronaca

I carabinieri trovano i cadaveri di madre e figlio nella loro casa

I carabinieri trovano i cadaveri di madre e figlio nella loro casa

I carabinieri trovano i cadaveri di madre e figlio nella loro casa. Madre e figlio trovati morti in casa. Tragedia scoperta quasi per caso nelle scorse ore in Toscana. Allertati da vicini per l’abbaiare del cane, nell’abitazione di famiglia i soccorsi hanno rivenuto i corpi senza vita di madre e figlio, entrambi adulti.

Il dramma scoperto nella tarda mattinata di ieri , lunedì 3 ottobre, a Bagno di Gavorrano razione di Gavorrano, in provincia di Grosseto. A scoprire i cadaveri di madre e figlio sono stati i carabinieri della locale stazione.

Il dramma scoperto nella tarda mattinata di oggi, lunedì 3 ottobre, a Bagno di Gavorrano, frazione di Gavorrano, in provincia di Grosseto. A scoprire i cadaveri di madre e figlio sono stati i carabinieri della locale stazione.

L’abbaiare del cane

Gli uomini dell’Arma dei carabinieri sono intervenuti sul posto del ritrovamento dei corpi di madre e figlio su segnalazione di alcuni residenti della zona che si erano detti infastiditi dall’incessante abbaiare del cane delle due vittime.

L’animale pare sia andato avanti per lungo tempo mettendo in allarme il vicinato. Sia i vicini che i militari dell’arma, infatti, non hanno ottenuto riposta al suonare di citofono e campanello dell’abitazione.

Così i militari dell’Arma alla fine hanno deciso di entrare in casa facendo la drammatica scoperta. Le vittime sono madre e figlio, lei di 97 anni e lui di 68 anni.

I carabinieri hanno allertato anche i sanitari del 118 nella speranza fosse ancora possibile salvare la vita a madre e figlio. Ma all’arrivo dell’ambulanza sul posto era ormai troppo tardi. I medici ne hanno solo potuto registrare il decesso.

Da una primissima ricostruzione, però, sembra che la morte dei due sia avvenuta diversi giorni fa ma nessuno si sarebbe accorto di nulla. Sono in corso ora gli accertamenti investigativi e medico legali per ricostruire i fatti.

Madre e figlio pare non risiedessero stabilmente in zona ma in un comune limitrofo. I due pare non rispondessero a campanello e telefonate già da alcuni giorni, poi l’abbaiare del cane ha fatto sospettare che fosse accaduto qualcosa. Al momento non viene esclusa alcuna ipotesi.