Word of Sport

Il PCI di Sant’Agata propone la creazione di un Osservatorio Comunale sulla Salute

Una proposta che dovrebbe vedere la partecipazione anche del professore Ascierto
sei in  valle caudina

3 mesi fa - 5 Novembre 2021

Il PCI di Sant’Agata propone la creazione di un Osservatorio Comunale sulla Salute. A seguito del Consiglio Comunale del 4 novembre, la Sezione del PCI (Partito Comunista Italiano) di Sant’Agata de’ Goti non può che guardare con favore quanto indicato dal Presidente De Luca, riponendo fiducia nell’operato dell’Amministrazione Comunale.

Apertura di credito dalla Regione

Non era per nulla scontato riuscire ad ottenere, dalla Regione, una simile apertura di credito, in un periodo storico in cui la Sanità viene sempre più paragonata a un sistema aziendale da cui trarre profitto che a un Servizio Pubblico essenziale.

La Sezione del PCI, al contempo, vuole dichiarare il proprio appoggio al Movimento Civico per l’Ospedale, che è riuscito a riportare l’attenzione sulla situazione del Presidio Ospedaliero Sant’Alfonso Maria de’ Liguori e che sta operando nella direzione di una Cittadinanza Attiva, consapevole, veramente responsabile.

Osservatorio comunale per la salute

In questa direzione, quella dell’effettivo esercizio, da parte dei Cittadini, delle proprie responsabilità nell’ambito della tutela dei beni comuni, il PCI di Sant’Agata vuole lanciare la proposta di creare, anche nella nostra Città, un Osservatorio comunale per la Salute e la Sanità.

Così come già avvenuto per la Città di Napoli, di questo Osservatorio dovrebbero far parte esperti in rappresentanza delle professioni sanitarie e socio-sanitarie e in rappresentanza delle associazioni.

Questo Osservatorio avrebbe, tra le altre cose, il compito di monitorare i Lea (Livelli essenziali di assistenza), elaborare documenti di promozione e di ricerca sulla salute, fornire indicazione per la ri-organizzazione dell’offerta dei servizi sanitari e socio-sanitari incidenti sulla Città di Sant’Agata; insomma, potrebbe svolgere un’attività importantissima di monitoraggio, studio e promozione di tutte le questioni connesse alla Sanità e alla Salute.

Ascierto nell’osservatorio

Nel caso di Sant’Agata, vista la proposta regionale di istituire un Polo per le patologie neoplastiche in collaborazione con l’Istituto Tumori Pascale, è indubbio che proprio al Professore Ascierto potrebbe essere proposto di avere un ruolo all’interno di un siffatto Osservatorio, in cui, naturalmente, dovrebbero essere presenti i rappresentanti del Movimento Civico e delle professioni sanitarie e socio-sanitarie operanti sul territorio.

Domenica 7 novembre, dalle 10:00 alle 13:00, la sezione del PCI di Sant’Agata sarà presente in Viale Vittorio Emanuele III davanti alle scuole elementari. Uno degli argomenti su cui verrà posta l’attenzione sarà proprio il futuro dell’ospedale. Ci piacerebbe poter condividere con i cittadini di Sant’Agata idee, proposte e perché no, dubbi e preoccupazioni.

Il PCI di Sant’Agata propone la creazione di un Osservatorio Comunale sulla Salute
TEMI DI QUESTO POST Oggi osservatorio pci sant'agata