Cronaca

Montesarchio: vandalizzato lo stadio Armando Allegretto

Montesarchio: vandalizzato lo stadio Armando Allegretto

“Nella notte di sabato il nostro stadio Armando Allegretto, di recente ristrutturato, è stato oggetto di un grave episodio delinquenziale, con ignoti che hanno vandalizzato l’impianto elettrico per rubare il rame”. Lo afferma in una dichiarazone il sindaco di Montesarchio Franco Damiano.

L’indignazione per il gesto

Indigna pensare che da un lato ci si impegna con sacrificio per creare una struttura moderna e all’avanguardia come il nostro stadio dopo l’intervento per le universiadi, dall’altro c’è chi non si fa scrupoli a vandalizzarlo.
Sono certo tuttavia che le indagini dei carabinieri di Montesarchio, anche con l’ausilio dell’impianto di videocamere di sicurezza installato sul territorio permetterà di individuare i colpevoli”.

Valle Caudina: proprietario di 66 veicoli percepiva reddito di cittadinanza

Percepiva regolarmente il reddito di cittadinanza. Nulla di particolarmente strano, dal 2019, tante persone che non riescono a mettere insieme il pranzo con la cena fanno ricorso a questo strumento.
La repubblica dei furbetti
Purtroppo, spesso dimenichiamo di far parte della repubblica dei furbetti. Una brillante operazione della Polizia Municipale  di San Martino Valle Caudina, ci ricorda questa triste realta.
Gli agenti della Municipale hanno scoperto che uno di questi titolari del reddito di cittadinanza era anche proprietario di 66 autoveicoli. Il furbetto in questione è un 61enne che, sino ad oggi, si è portato a casa, grazie al reddito di cittadinanza ben  30.000 euro.
L’operazione della Polizia Municipale di San Martino Valle Caudina, coordinata dal Capitano Serafino Mauriello, ha avuto inizio da un semplice attività di verifica, tutto è partito da un controllo effettuato dagli agenti su un veicolo di proprietà di un pluripregiudicato napoletano.
L’uomo, E.G. di anni 61, era proprietario di 66 autoveicoli tra autovetture e motocicli, ma ciò nonostante era titolare di reddito di cittadinanza dall’anno 2019. Immediatamente sono scattate la segnalazione del soggetto all’autorità giudiziaria di Napoli e all’Inps.
Dall’analisi dei dati forniti dall’Inps è emerso che nonostante era intestatario dei veicolo, non ne aveva dichiarato nessuno ed in regime di autocertificazione aveva certificato un Isee pari a zero.
Verifiche delle intestazioni fittizie
Gli accertamenti sono tutt’ora in corso per le verifiche sulle intestazioni fittizie, nuovo filone di attività investigativa che interessa direttamente le Polizie Municipali che riescono ad incrociare dati relative alle residenze, alla titolarità di attività, al tenore di vita ed alle condizioni di redditualità dei soggetti attenzionati.
Purtroppo, una truffa del genere fa male sopratutto alle tante, troppe persone che hanno tutto il diritto di percepire il reddito di cittananza. Ma bastano seri controlli, come dimostra la Municipale di San Martino Valle Caudina per dare scacco a qualsivoglia furbata.

Si scava nel fango a Casamicciola,un morto e 11 dispersi
casamicciola
Si scava nel fango a Casamicciola,un morto e 11 dispersi
Medico avvelenato e ucciso dal figlio e dalla badante
avvelenato
Medico avvelenato e ucciso dal figlio e dalla badante
Arriva la stangata del fisco sulle tredicesime
fisco
Arriva la stangata del fisco sulle tredicesime