Rotondi: Famiglie allargate e omogenitorialità

Rotondi: Famiglie allargate e omogenitorialità

11 Novembre 2016

di Redazione

Si infrange un altro tabù per la nostra Valle Caudina. Per la prima volta, in un convegno pubblico, si parla di famiglie allargate ed omogenitorialità. E’ successo a Rotondi, grazie alla settimana del benessere psicologico, organizzata dalle dottoresse Daniela Arricale e Luisanna Catalano, nel corso di un appuntamento che si è svolto con il patrocinio del comune di Rotondi.
Ospite di eccezione, il sindaco di San Giorgio a Cremano Giorgio Zinno. Si tratta del primo amministratore pubblico in Italia che ha usufruito della legge Cirinnà per unirsi al suo compagno di vita. Proprio il primo cittadino ha voluto elogiare la scelta delle due psicologhe e della stessa amministrazione comunale di Rotondi per il loro coraggio e la loro lungimiranza. Per Zinno, anche il convegno di ieri sera, è un segno che la società si sta evolvendo, che le cose stanno cambiando e, a breve, le scelte di persone come lui non faranno più notizie.
L’incontro è servito anche per gettare le basi tra il sindaco Russo ed il suo collega di San Giorgio a Cremano per una collaborazione futura tra i due centri nel nome di Massimo Troisi, che ha avuto i natali proprio nel comune guidato da Zinno.
Rotondi, grazie all’impegno della delegata del sindaco alla cultura, Annarita Farese, continua a segnalarsi per una forte vivacità culturale.

PUBBLICITA’

CONTINUA LA LETTURA
Homepage Attualità Condividi adesso
CONDIVIDI ADESSO
Facebook Whatsapp
Twitter Instagram Linkedin
TEMI DI QUESTO POST benessere psicologico Home In evidenza rotondi san giorgio a cremano troisi valle caudina zinno