Logo

Traforo del Partenio ed incarichi con affidamento diretto, insorge Petecca

11 Maggio 2020

Traforo del Partenio ed incarichi con affidamento diretto, insorge Petecca

Traforo del Partenio ed incarichi con affidamento diretto, insorge Petecca. Doverosa richiesta di chiarimenti quella che il presidente dell’ordine degli architetti di Avellino Erminio Petecca ha inviato al presidente della provincia irpina Domenico Biancardi.

Motivo della richiesta, il tunnel del Partenio. Non è la solita questione che divide favorevoli e contrari, Petecca chiede il motivo per cui non si è proceduto alla gara di appalto.

Con quattro determine, infatti, Palazzo Caracciolo ha affidato in modo diretto a due professionisti e due società le procedure per la progettazione del traforo.

Il presidente dell’ordine degli architetti asserisce, invece, che trattandosi della stessa materia le collaborazioni dovevano essere accorpate.

Procedere, poi, ad una regolare gara di appalto a cui potevano partecipare i professionisti, non solo gli architetti, che avevano i titoli.

Le quattro determine con le quali sono stati affidati gli incarichi sono datate 30 aprile 2020. Complessivamente, la Provincia di Avellino ha stanziato 138.260 euro.

Con una cifra del genere non sarebbe stato possibile effettuare gli affidamenti diretti ai professionisti, quindi, è stata divisa per quattro, evitando la gara di appalto che chiede, invece, Petecca.

Ora si attende la risposta del presidente Biancardi, con la quale spiegare lo spacchettamento che ha favorito l’affidamento diretto.

Chiarimenti molto attesi dall’ordine degli architetti e dal suo presidente. Lo stesso Petecca ci ha dichiarato che se la risposta di Biancardi ed i suoi chiarimenti non dovessero essere soddisfacenti, il fascicolo della progettazione del traforo finirà davanti all’autorità nazionale anticorruzione.