Logo

Trattore si ribalta, muore 67enne

22 Giugno 2021

Trattore si ribalta, muore 67enne

Trattore si ribalta, muore 67enne. Tragedia sul lavoro nelle campagne di Gioia Sannitica. Un uomo di 67 anni ha perso la vita per un   drammatico incidente.

Trattore si ribalta

L’uomo era alla guida del trattore che si è ribaltato: il mezzo agricolo lo ha schiacciato non lasciandogli scampo. Inutili i tentativi di soccorso del 118: per l’uomo non c’è stato nulla da fare.Sulla tragedia indagano i carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese.

Trema la Ciociaria. Una scossa di terremoto, di magnitudo 3.4, è stata registrata alle 18.37 di oggi pomeriggio nella zona di Sora, in provincia di Frosinone.

INGV

L’INGV ha localizzato l’epicentro del sisma a una profondità di 16 chilometri. Molti residenti si sono riversati  in strada dopo il movimento tellurico che peraltro non è stato isolato. Sempre a Sora, un quarto d’ora dopo, si è registrata un’altra scossa di magnitudo 2.4. Anche ai confini della provincia di Caserta tante persone hanno avvertito la scossa.

. Se oggi pensate che abbia fatto caldo, non avete idea di quello che ci attende sino a venerdì 25 giugno. Un caldo tanto anomalo da indurre la Protezione Civile della Regione Campania a lanciare un vero e proprio allarme.

L’allarme della Protezione Civile

La Protezione civile della Campania ha emanato un avviso di criticità per rischio meteo da “ondata di calore”. A partire dalle 8 di domani mattina, mercoledì 23 giugno e fino alle 20 di venerdì 25 giugno su tutto il territorio regionale si prevedono temperature al di sopra dei valori medi stagionali di 7-8 gradi .

Secondo la protezione civile, la colonnina di mercurio potrà raggiungere i 37-38 gradi e un tasso di umidità che, soprattutto nelle ore serali e notturne sul settore costiero, potrà superare anche il 60-70%. Tutto questo  in condizioni di scarsa ventilazione.

La Sala Operativa regionale, in considerazione dell’avviso emesso dal Centro Funzionale della protezione civile, invita i sindaci di tutti i Comuni e gli enti competenti a porre in essere le procedure di propria pertinenza relative alla vigilanza per le fasce fragili della popolazione.

Si raccomanda di non esporsi al sole o praticare attività sportive nelle ore più calde. Particolare attenzione devono prestare i cardiopatici, gli anziani, i bambini e i soggetti a rischio.

Giorni roventi

Insomma, ci attendono dei giorni e delle notti roventi. Il caldo è esploso all’improvviso ed ha guadagnato subito delle altissime temperature. Lo stesso fisico non ha fatto in tempo ad abituarsi a queste incredibili condizioni.

Il termometro che sfiora i 40 gradi mette tutti in una seria condizione di rischio. Come sempre, però, bisogna porre la massima attenzione alle condizioni delle persone anziane e di coloro che soffrono di determinate patologie.

Ci auguriamo che da venerdì in poi ci possa essere un calo graduale di questi valori. Ma è meglio tenere a mente che l’estate è appena cominciata.