Quantcast

Don Votino, un pezzo di storia di Montesarchio

di  Redazione
2 settimane fa - 3 Giugno 2021
Don Votino, un pezzo di storia di Montesarchio

Don Votino, un pezzo di storia di Montesarchio. Don Votino si prepara per tornare a casa. La salma del sacerdote lascerà la morgue dell’ospedale San Pio per raggiungere la chiesa della Santissima Annunziata di Montesarchio, dove, dalle ore 16,00 in poi si svolgerà la veglia funebre.

40 anni a Montesarchio

Per oltre 40 anni, monsignor Domenico Votino ha retto da parroco la chiesa di Montesarchio e, l’ultimo saluto non poteva non svolgersi in quel luogo sacro. E’ stato preferito alla natia Bonea anche perché la chiesa è molto più grande e bisogna rispettare le norme anticovid.

Senza contare che il sacerdote, davvero fa parte della storia di Montesarchio, come ha voluto ricordare il sindaco Franco Damiano. Don Votino è stata una figura chiave per la comunità Montesarchiese, e lo dico da un punto di vista laico, scrive il primo cittadino.

Al di là del suo ruolo “pastorale”, don Votino c’è stato, per decenni. Ha celebrato i matrimoni di molti di noi, ha battezzato i nostri figli, e quando sono cresciuti a dargli la comunione c’era lui, a cresimarli, in molti casi riprendendo il ciclo, con generazioni di montesarchiesi che ha visto nascere e crescere.

Un pezzo di storia di Montesarchio

Ne ricordo con piacere e commozione l’intelligenza viva, furbetta nei suoi occhi sempre vispi e attenti: la sua battuta sempre pronta, la sua profonda cultura. E’ con tristezza che saluto quello che è a tutti gli effetti un pezzo della storia di Montesarchio, ringraziandolo per quanto dato, ringraziandolo per esserci stato. Ciao Don Votino.

Don Votino, un pezzo di storia di Montesarchio

Sin qui le sentite parole del primo cittadino di Montesarchio Franco Damiano. Un sentimento, quello della fascia tricolore,comune a tantissimi cittadini di Montesarchio che hanno sempre apprezzato quel sacerdote vero e diretto.

Lo piangono non solo a Bonea e a Montesarchio. Da quando si trovava a riposo, aveva data la massima disponibilità ai suoi fratelli sacerdoti per sostituirli in qualsiasi momento. E così, i fedeli di tutta la Valle Caudina lo hanno potuto apprezzare.

Dopo la veglia funebre, sempre nella chiesa della Santissima Annunziata, verrà celebrata la messa esequiale. E tante preghiere si leveranno al cielo per ricordarlo.