Quantcast

Valle Caudina: freddo polare ed ancora pioggia

Valle Caudina: freddo polare ed ancora pioggia. Freddo polare per il weekend in corso su quasi tutta l’Italia dove le temperature subiranno un netto calo, fino a raggiungere anche i -3 o -4 gradi
di redazione
2 mesi fa
16 Gennaio 2021

Valle Caudina: freddo polare ed ancora pioggia. Freddo polare per il weekend in corso su quasi tutta l’Italia dove le temperature subiranno un netto calo, fino a raggiungere anche i -3 o -4 gradi in alcune città.

A partire dalla giornata di oggi sabato 16 gennaio il freddo artico proveniente dai Balcani investirà prima il versante adriatico e poi si estenderà a tutte le altre regioni. Le zone maggiormente colpite dall’aria gelida saranno le vallate alpine, la Val Padana e le aree interne del Centro.

elle zone di pianura le temperature scenderanno sotto lo zero e il cielo sarà perlopiù nuvoloso con banchi di nebbia. Presente anche il vento che porterà con sé le correnti gelide nord-orientali che dilagheranno praticamente su tutto il Paese.

Per quanto riguarda invece la giornata di domenica 17 gennaio il cielo sarà nuvoloso su quasi tutta la Penisola con precipitazioni sparse un po’ ovunque. Piogge al mattino in Liguria e nevicate sui settori alpini, con qualche fiocco anche in collina.

Previsioni meteo domenica 17 gennaio

Se al Nord ci saranno deboli nevicate sulle Alpi al Centro le nubi saranno in aumento anche sulle regioni centrali con fenomeni dalla Toscana verso Umbria e Marche. Le previsioni meteo indicano anche un peggioramento delle condizioni atmosferiche al Sud specie su Campania e Puglia. Neve a bassa quota in Appennino.

Questa ondata di freddo dovrebbe durare anche per buona parte della prossima settimana. Non è detto che non possa tornare anche la neve.

Intanto, le cime più alte del Taburno e soprattutto del Partenio offrono uno spettacolo davvero particolare. Le neve rende queste montagne ancora più belle.

Tanti appassionati, nella giornata di oggi, hanno effettuato dei sopralluoghi in montagna per vivere da vicino questo evento, per certi versi, magico.

Oltre alla bellezza, la neve servirà anche per alimentare le sorgenti, donare tanta acqua, vitale per l’intera Valle Caudina. Gli antichi dicevano che sotto la neve cresce il pane ed è proprio vero.

Temi di questo post