Il Caudino
Chiudi

Sezioni

Argomenti

Nasconde 20mila euro in buoni fruttiferi nel caminetto e la moglie li brucia

Pubblicato il 28 Dicembre 2022 - 11:06

Nasconde 20mila euro in buoni fruttiferi nel caminetto e la moglie li brucia

Nasconde 20mila euro in buoni fruttiferi nel caminetto e la moglie li brucia. Moglie brucia 20mila euro in buoni fruttiferi. “Quando ho visto le fiamme, stavo per svenire”. Così si è espresso l’uomo che aveva nascosto 20mila euro di buoni fruttiferi postali nel caminetto, ma la moglie l’ha acceso per Natale e li ha bruciati.

La singolare vicenda è accaduta a Roma, nel quartiere Monteverde, in via dei Quattro Venti. Episodio che ha reso purtroppo indimenticabili le feste per questa famiglia. La vicenda è apparsa sulle colonne del quotidiano Il Messaggero.

Brucia buoni postali nascosti nel camino, cosa è accaduto

Perché ha nascosto così tanti soldi nel caminetto? “Pensavo fosse un luogo sicuro, racconta Mario, nome di fantasia, dove i ladri non sarebbero mai andati a cercare”.

Non poteva però pensare che qualcuno gli desse fuoco. “Mia moglie non lo sapeva che li avevo nascosti lì. Ogni anno, prima di accendere il fuoco, li spostavo”. Non ha fatto però in tempo. E così ha perso 20mila euro.

Cosa sono i buoni fruttiferi postali

I buoni fruttiferi postali possono essere cartacei o dematerializzati. Come funzionano? Si versa una somma di denaro, sulla quale maturano, anche se minimi, periodicamente degli interessi.

Il detentore dei Buoni fruttiferi postali, può farsi restituire il capitale quando preferisce, tuttavia gli interessi in genere maturano dopo un periodo di tempo che va dai 6 ai 12 mesi dal giorno di sottoscrizione dei buoni postali . Mario, tuttavia, non ha fatto in tempo.

Continua la lettura